lunedì 16 ottobre 2017

" IL PROGRESSO"



"La gente non capisce minimamente le forze che governano le loro vite. Non capiscono il senso della loro evoluzione. Ciò che si chiama il "progresso", ha fatto mettere l'uomo più in basso delle bestie che vivono in libertà. 
La "bestia" mangia il cibo biologico, vive nelle condizioni climatiche adatte, si muove molto e non sta mai in ansia; questo modo di vivere oggi è accessibile soltanto ai miliardari in pensione. Mentre una persona comune lavora tutta la vita, con la lingua penzoloni, e poi muore di stress, riuscendo, bene o male, a pagare il buco in un formicaio di cemento. L'unica cosa che l'uomo può fare è avviare i propri figli nella stessa ruota."

Viktor Pelevin
LA RUSSIA ESOTERICA E SCIENTIFICA
http://altrarealta.blogspot.it/

UNO STUDIO DELL'UNIVERSITA DI BIALYSTOK (POLONIA) SOSTIENE LA PERICOLOSITA' DEI VACCINI



Una recensione scientifica pubblicata dal Dipartimento di Riabilitazione Pediatrica presso la scuola medica dell'Università di Bialystok ha determinato che ci sono un certo numero di eventi avversi neurologici a seguito di vaccinazioni. Questa ricerca è specifica per le vaccinazioni polacche, ma è
anche un dato utile per il fatto che molti ingredienti utilizzati ed esaminati nello studio sono ancora utilizzati in vaccinazioni in tutto il mondo.

L'Università di Bialystok è un'università medica ben nota che ha pubblicato un'enorme quantità di ricerche su vari argomenti. Le prove che sostengono i rischi dei vaccini sono irrefutabili. Ci sono 
molte ricerca fatte con professionisti medici non privati, questa è una ricerca credibile che esce da università fatta da medici e professori. I professionisti medici sono generalmente guidati dalle ricerche effettuate da aziende farmaceutiche ed il vaccino da loro fabbricato. È importante guardare entrambi i lati della moneta ed esaminare tutte le informazioni disponibili prima di fare una conclusione.

Complicanze Neurologiche Post Vaccinale

Gli autori si sono concentrati sul thimerosal, altrimenti noto come etilmercurio. È noto per essere un ingrediente fondamentale nei vaccini per la conservazione. Alcune posizioni sono associate al thimerosal, compresa la tossicità del cuore, del fegato, dei reni e del sistema nervoso. Negli ultimi due decenni, le condizioni neurologiche come l'epilessia, l'autismo, l'ADHD e la ritardo mentale sono aumentate drasticamente in tutto il mondo.

Dagli anni '90 sono cominciati ad essere usati in America nuovi vaccini per neonati contenenti thimerosal. Nei vaccini DTP, Hib e Hep B, i bambini hanno ricevuto una dose di 62,5 ug di mercurio, che è 125 volte più della dose considerata sicura, pari a 0,1 ug al giorno. Queste relazioni erano il motivo per cui i paesi scandinavi hanno già proibito l'uso del mercurio nel 1990.

La ricerca ha dimostrato che esiste una relazione diretta tra timerosale e il tasso di autismo. La carta ha determinato che vi era anche una correlazione tra il numero di vaccini per  il morbillo e la prevalenza dell'autismo negli anni '80. Un paio di anni fa, una corte italiana ha deciso che il vaccino MMR era la causa dell'autismo nel caso presentato. Un recente studio dell'Università della Colombia britannica ha messo in luce l'esposizione del vaccino contro l'HPV come pericoloso per la salute. I medici UBC hanno anche esposto un caso di cover-up vaccini, dimostrando attraverso i documenti ufficiali che i produttori di vaccini sono stati a conoscenza dei loro effetti avversi per diversi anni.

Effetti collaterali

I rapporti in molte riviste mediche polacche e straniere ci portano a concludere che le complicazioni postvaccinali tra i bambini possono essere osservate in casi sporadici e che sono sproporzionati ai benefici della vaccinazione nell'eliminazione delle malattie pericolose nell'infanzia.

Questo studio e molti altri lasciano dubbi sul fatto che i vaccini possono essere estremamente pericolosi per la salute umana.

Essi illustrano per primi gli effetti avversi che si verificano poco dopo la vaccinazione in quanto riconosciuti dalla legge polacca. Questi includono:

Reazioni locali, tra cui:
reazioni locali dopo il vaccino BCG (tubercolosi)
gonfiore
linfoadenopatia
ascesso al sito di iniezione

Avversità postvaccinali del sistema nervoso centrale:
encefalopatia
convulsioni febbrili
convulsioni non febbrili
poliomielite paralitica causata dal virus vaccino
encefalite
meningite
Sindrome di Guillain Barre

Altri eventi avversi dopo l'immunizzazione:
dolori articolari
episodio hypotonic-hyporesponsive
febbre superiore a 39 ° C
trombocitopenia
piangere inconsolabilmente di  continuo

Poi esplorano il fatto che il programma vaccino è aumentato drammaticamente, dal momento che questi studi e gli antigeni vengono iniettati di nuovo e di nuovo.


I medici ed i ricercatori indicano lo stato di peggioramento della salute della popolazione infantile dagli anni Sessanta, che coincidono con le vaccinazioni sempre più introdotte. Le malattie allergiche, comprese le malattie autoimmuni dell'asma, il diabete e molte disfunzioni neurologiche - difficoltà nell'apprendimento, ADD, ADHD, convulsioni e autismo - sono condizioni croniche a cui è stata portata l'attenzione.

Per quanto riguarda gli effetti del sistema immunitario, essi affermano che la pratica comune per somministrare più di un adiuvante alla volta o ripetutamente iniettando lo stesso antigene può produrre disturbi autoimmuni. Inoltre, sottolineano che la tossicità degli adiuvanti può produrre una serie di reazioni avverse. Il vaccino contro l'epatite B è noto per causare disturbo autoimmunitario fatale.

 Le evidenze sperimentali dimostrano chiaramente che la somministrazione contemporanea di due o tre adiuvanti immunitari o una ripetuta stimolazione del sistema immunitario con lo stesso antigene possono superare la resistenza genetica all'autoimmunità.

Continuiamo a vaccinare la massa nonostante il crescente numero di prove che dimostrano chiaramente come i vaccini possono essere dannosi per il corpo. Il modo in cui il corpo risponde ai vaccini non è ben compreso. Con la quantità di studi pubblicati, le campane di allarme dovrebbero squillare per l'industria medica per iniziare a fare regolazioni e almeno avvertire i genitori. Questo non è destinato a creare una posizione anti-vaccini, ma a guardare a tutti i fatti rispetto a solo alcuni.

Spesso i medici non sono pienamente consapevoli dei pericoli connessi con i vaccini, né gli ingredienti e gli studi disponibili che dimostranoe che possono essere pericolosi. I medici dovrebbero essere incoraggiati a cercare autonomamente varie fonti e guardare una varietà di riviste in materia. È abbastanza possibile che si rendano conto che il mondo del vaccino non è bianco e nero e deve essere presa in considerazione seriamente quando si guarda l'attuale programma vaccino.

Un corpo crescente di prove dimostra che le molecole immunitarie svolgono un ruolo fondamentale nello sviluppo del CNS, influenzando processi quali la neurogenesi, la migrazione neuronale, la guida dell'assone, la connettività sinaptica e la plasticità sinaptica. Nonostante il dogma che le risposte immunitarie periferiche non influenzano la funzione del CNS, evidenze sostanziali puntano esattamente al contrario. Pertanto, non è ragionevole supporre che la manipolazione del sistema immunitario attraverso un numero crescente di vaccinazioni durante periodi critici di sviluppo del cervello non porterà ad esiti avversi di neurosviluppo.

Lo studio dell'Universita' di Bialystok :

http://www.rescuepost.com/files/prog-health-sci-2012-vol-2-no1-neurologic-adverse-events-vaccination.pdf

Fonti :

http://www.collective-evolution.com/2013/08/02/polish-medical-school-study-determines-vaccines-can-cause-irreparable-harm/

http://www.ageofautism.com/2013/05/polish-study-neurologic-adverse-events-following-vaccination.html

http://nomassoneriamacerata.blogspot.it/

I ROTHSCHILD VOGLIONO UN'EUROPA FEDERALE DI MICROSTATI DA LORO GOVERNATI




Nel 1992 il miliardario ed eurofilo Freddy Heineken disegno' un'Europa Federale con 75 regioni o mini-stato tutti sotto il controllo di un governo federale europeo.
L'idea proveniva dall'economista e filosofo Leopold Kohr insegnante presso la London School of Economics controllata dai Rothschild.
Kohr credeva che piu' piccola era la struttura politica e piu' democratiche erano le sue istituzioni.
Kohr ha proposto un ritorno ai micro-stati medievali d'Europa per creare una federazione sovranazionale europea. Le idee di Kohr sono diventate molto influenti nei circoli politici dell'Unione Europa. Le elite globaliste vogliono rendere l'Unione Europea la rappresentazione politica del loro potere. Un'Europa federale di micro-stati le cui politiche sono determinate dai globalisti rendendo impossibile unificare i cittadini europei contro loro. Quindi la disintegrazione degli stati e' un piano a lungo termine per favorire un super-Stato europeo altamente centralizzato sotto l'influenza degli oligarchi.

Fonte :http://arretsurinfo.ch/lindependance-catalane-une-arme-du-capital-contre-le-salariat/

http://nomassoneriamacerata.blogspot.it/

DECRETO VACCINI: PER AMORE DELLA VERITA', DIFFONDETE QUESTA NOTIZIA OVUNQUE!!



di Franco Bechis per Libero quotidiano

Da cosa è originata in Italia l’epidemia di morbillo che senza dubbio è in corso e che ha portato il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin e il governo di Paolo Gentiloni a varare fra mille polemiche il famoso decreto sulle 10 vaccinazioni obbligatorie? La risposta alla domanda ufficialmente finora non è stata data. Il numero di casi è ploso in sostanziale coerenza con i dati sulla prima vaccinazione e con quelli sui richiami obbligatori, che effettivamente sono più bassi di quanto raccomandato dall’organizzazione mondiale della Sanità. Ma lo erano anche negli anni precedenti, quando non c’erano numeri da epidemia in Italia.


Qualche dubbio sull’origine della nuova diffusione del morbillo in Europa è stato avanzato dalla ECDC, l’agenzia europea per la prevenzione delle malattie, che ipotizza nei suoi ultimi rapporti che la ripresa della malattia possa essere da “importazione”. Il data base europeo però non aiuta, perché molti paesi non registrano la nazionalità di origine dei malati, e quindi non si possono fare analisi certe. Sicuramente il morbillo era presente in molti paesi africani ed asiatici da cui sono partiti flussi di recente immigrazione in Europa.

L’unico rapporto reso pubblico su questa materia dall’autorità sanitaria italiana risale alla fine del 2015, e a questa ipotesi delle autorità sanitarie europee dà fondamento. A censire lo stato di salute dei migranti e la diffusione delle malattie è lo Speim (Salute Pubblica ed Emergenza Immigrazione) dell’Istituto superiore della Sanità. I dati sono protetti dalla privacy, e accessibili solo agli operatori del settore. Però è stato pubblicato per sommi capi una sola volta il 16 novembre 2015 il rapporto finale sulla “sorveglianza sindromica per le malattie infettive rivolto alle popolazioni migranti ospitate nei centri per immigrati”.


Il periodo esaminato è quello fra il primo marzo e il 31 agosto del 2015 in 22 dei 32 centri identificati dalla Regione Sicilia, con una popolazione media giornaliera di circa 6-7 mila unità (il più grosso- il Cara di Mineo ne aveva 3.330). Sono state censite 2.531 “sindromi” che hanno causato 48 allerte e 16 allarmi gravi. Di queste 2.496 sono state classificate come “infestazioni”, e il rapporto spiega che sono dovute “essenzialmente a casi di scabbia e per la malattia febbrile con rush cutaneo dovuto a casi di morbillo e/o varicella”.


Anche se non vengono forniti i numeri dell’una e dell’altra malattia, è la prima spiegazione plausibile della ripresa ormai epidemica dei casi di morbillo in Italia fra il 2016 e il 2017, in presenza più o meno dello stesso numero di vaccinazioni degli anni precedenti. Anche questa malattia- che è alle origine di tutte le polemiche che hanno accompagnato il decreto sulle vaccinazioni obbligatorie in Italia- è dunque sicuramente di importazione. Il problema ora è vedere come quell’obbligo vaccinale verrà rispettato nei centri di accoglienza e nelle strutture per i richiedenti asilo e profughi, perché se il focolaio è lì originato serve assai a poco il decreto Lorenzin così come è stato immaginato: quei bambini non vanno naturalmente nelle scuole dell’infanzia, e la malattia è diffusa anche fra gli adulti, visto che l’età media dei contraenti risulta essere di 27 anni.

I rapporti dell’agenzia europea ECDC spiegano nel dettaglio che stessa origine (importazione dai migranti) hanno le nuove diffusioni di virus che sembravano o scomparsi o comunque assai ridotti in Europa. Come nel caso della tubercolosi, “importata dai migranti, che ne sono affetti in maniera del tutto non proporzionale alla media dei casi nella popolazioni native in Europa”. O per la ripresa dei casi di infezione da Hiv (Aids), di importazione anche se con diverse origini nei vari paesi europei: in alcuni è dovuto all’immigrazione sudamericana, in altri all’immigrazione dall’Africa sub-sahariana.


Quattro casi su dieci di Epatite B registrati nei 18 paesi dell’area dell’Euro sono di “importazione”, anche se la percentuale oscilla molto di paese in paese con risultati prossimi allo zero in Estonia e il picco della Svezia dove il virus riguarda nel 96,1% dei casi immigrati. Anche la malaria è di “importazione” nel 99% dei casi registrati ufficialmente nei 28 paesi europei, e non lo è per i viaggi compiuti dagli europei in paesi esotici, essendo quei malati tutti nati in altri continenti.

Lo scopo dell’agenzia ovviamente non è quello di creare allarme o di dare armi alla politica per polemiche di qualsiasi natura, ma al contrario di dare istruzioni sempre più dettagliate ai governi europei per la prevenzione e la cura della salute dei migranti anche per cercare di limitare la diffusione di alcune malattie ed evitare contagi alla popolazione indigena.

Tbc e Hiv sono i due principali problemi che vengono dalla popolazione migrante, e non solo per i grandi flussi che l’Europa ha dovuto affrontare in questi anni, ma anche per l’arrivo da paesi fortemente a rischio di lavoratori stagionali che vengono ufficialmente richiesti dai vari paesi europei.

Entrambe le malattie sono monitorate tutti gli anni dall’ ECDC che sforna ogni sei mesi vari rapporti di aggiornamento della situazione ed eventuali successi nella profilassi. L’attenzione è necessaria perché ad esempio in dieci paesi europei si è registrato che più della metà dei nuovi casi di infezione da Hiv riguardano la popolazione immigrata. Anche qui il record è in Svezia, con il 75% dei casi. Poi ci sono Lussemburgo (71%), Islanda (67%), Irlanda (65%), Norvegia (60%), Danimarca (59%), Finlandia (54%), Francia (53%), Belgio (52%) e Malta (51%). L’Italia non figura in cima alla classifica, però lo stesso rapporto che è relativo al 2016 viene indicata come uno dei paesi che meno utilizza sui migranti il test dell’Hiv, e quindi i dati sulla diffusione della malattia per “importazione” sarebbero meno attendibili che altrove.


Per la malaria che dagli anni Settanta era stata completamente debellata nei paesi dell’Unione europea i dati sono invece più difficili da raccogliere, e variano moltissimo nei paesi membri. Secondo l’agenzia europea in questi anni in un solo paese europeo si sono registrati casi nativi, essendo riapparse zanzare anofele autoctone, e questo paese è la Grecia. Con percentuali che variano da paese a paese ma che raggiungono anche l’80% dei casi censiti, la malaria viene registrata solitamente in persone nate al di fuori dell’Europa ma da anni stabilmente residenti nel vecchio Continente che importano la malattia in occasione di vacanze o brevi ritorni nel paese di origine.
fonte http://attivistacinquestelle.blogspot.it/2017/09/decreto-vaccini-per-amore-della-verita.html

martedì 3 ottobre 2017

SE FOSSI UN IGNORANTE ...


http://altrarealta.blogspot.it/

WIRED, CHE HA INVITATO AL PROPRIO FESTIVAL BURIONI, HA LEGAMI CON SOROS



Wired, media del mondo della tecnologia, ha organizzato un festival che e' terminato oggi.

Tra gli inviati al festival risultano il massone Burioni (1) che si e' battuto a favore del decreto Lorenzin/Rothschild sui vaccini e che proviene da enti controllati dai Rockefeller (2)
e la massona Laura Boldrini serva dei Rothschild.
Il caposervizio per la scienza di Wired Italia e' Guido Romeo che ha creato  l'associazione 'Diritto di  Sapere' supportata dalla Open Society Foundations di Soros (3)

Fonti :
(1) https://nextfest2017-firenze.wired.it/

(2) http://nomassoneriamacerata.blogspot.it/2017/06/burioni-proviene-da-enti-controllati.html

(3) http://www.oilproject.org/lezione/trasparenza-e-diritto-di-sapere-intervista-guido-romeo-8828.html

http://nomassoneriamacerata.blogspot.it/