domenica 30 luglio 2017

UNO STATO SOVRANO NON FA DEBITO PUBBLICO E NON PAGA INTERESSI.

L'immagine può contenere: 1 persona

di Avvocato Antonio Grazia Romano
Il denaro, all'origine, non può appartenere alle banche ma alla collettività degli individui che si riconoscono in uno Stato/Nazione geograficamente delimitato e retto da una Costitruzione. Di contro oggi sono le banche a creare la moneta per poi lo prestarlo con l ' aggravio d'interessi allo Stato medesimo ed ai cittadini, guadagnandoci il costo facciale della banconota detratto il costo della stampa e gli interessi. Per i cittadini di uno Stato sottomesso alle Banche che prende a prestito il danaro necessario per organizzare i servizi necessari alla collettività l'ulteriore danno è rappresentato dalla eccessiva e sproporzionata tassazione tche drena buona parte delle risorse finanziarie prodotte dal lavoro ma per ripagare lo strozzinaggio realizzato dal sistema bancario. Una truffa ben organizzata con il beneplacito di chi dovrebbe amministrare in nome del Popolo e nel rispetto della Costituzione.
fonte Avvocato Antonio Grazia Romano

Nessun commento:

Posta un commento