giovedì 16 ottobre 2014

L'IMPORTANZA DEI DIRITTI UMANI

 L'IMPORTANZA DEI DIRITTI UMANI

Mi permetto di esprimere un personale pensiero su questo argomento :

La dignità appartiene ad ogni essere umano e la radice dei diritti dell'uomo è da ricercare in questa, che è connaturale alla   stessa vita dell'uomo ed è uguale in ogni persona.  Ma è soprattutto dono di Dio. Quindi, la fonte ultima dei diritti umani è nell' uomo stesso e nel suo Creatore.
Bisogna perciò prestare attenzione a non delimitarli nei limiti della volontà umana o ad esempio nei poteri pubblici, che come ben vediamo, sono soggetti ad errore.
Questi diritti sono Universali in quanto  presenti in ogni essere umano , e sono Inviolabili poichè ineriscono alla persona umana e alla sua stessa dignità. Sono altresì Inalienabili perché essendoci stati donati da Dio, nessuno ne può privarne un suo simile, poiché significherebbe violentare la sua natura.
S.Giovanni Paolo II ne traccia un elenco dove al primo posto ,ha il diritto alla vita dal concepimento sino al suo esito naturale .
 Un'altro importantissimo diritto è quello della libertà religiosa poichè nessuno possa essere sforzato ad agire contro la propria coscienza... Ma accanto a questi diritti, è bene sottolineare che sono complementari anche dei doveri, che sono stati accentuati dal Magistero della Chiesa. Poichè nella convivenza umana, ad ogni diritto naturale, corrisponde un rispettivo dovere da parte dell' altro. Insomma, una responsabilità. Il visconte de Bonald, scrittore politico e filosofo, nel 1802 in una sua opera intitolata "Legislation primitive" , scrisse : " la Rivoluzione iniziata con la Dichiarazione dei diritti dell'uomo no finirà che con la Dichiarazione dei diritti di Dio.
Chi rivendica dunque i propri diritti ma dimentica i propri doveri, sotto un certo punto di vista costruisce ma allo stesso  tempo distrugge .
 La pace dunque non si fonda solo sui diritti del singolo ma si estende agli stessi diritti degli altri popoli, con particolare rilevanza nel  diritto all'indipendenza , poichè i diritti umani estendendosi, coinvolgono tutta la vita comunitaria.
La Nazione perciò ha un diritto fondamentale all'esistenzaall'avere la propria lingua e la propria cultura per poter modellare la propria vita in base alle sue tradizioni , tramandando ai giovani e costruendo così il proprio futuro. La preparazione e un'adeguata educazione alle prossime generazioni aiuterà nella possibilità di poter esprimere la propria sovranità spirituale.
L'internazionalità a questo punto, richiede un forte equilibrio tra la particolarità di una Nazione e l'universalità a cui tutte sono chiamate e per le quali, il dovere fondamentale è di vivere pacificamente e nel rispetto solidale con le altre Nazioni.
Già Leone XIII nella RERUM NOVARUM, definì una serie di diritti naturali che appartengono alla organizzazione dello Stato, dunque al cittadino all'interno dello Stato, e stabilisce ad esempio che il diritto alla proprietà privata,  il diritto al giusto salario , ma anche il diritto all'associazione sindacale sono diritti naturali, come il diritto ad essere tutelato in una condizione di bisogno è un diritto naturale. E che lo Stato intervenga, laddove c'è un caso di malattia o di infortunio, a garantire il sostentamento della persona debole è anch'esso un diritto naturale. Mentre  Pio XII nel suo messaggio natalizio diceva che : “La Chiesa ha la missione di annunziare al mondo, bramoso di migliori e più perfette forme di democrazie”.
Non accennare dunque alla trascendenza come elemento fondante del diritto naturale come giustificazione dei diritti umani, è un'errore, pochè il rischio è il relativismo, di cui si potrebbero fare degli esempi,come la dolorosa realtà di violenze e  guerre di ogni tipo, di genocidi e deportazioni di massa ( cosa che  porta inevitabilmente a nuove forme di schiavitù), come l'ignobile  traffico di esseri umani, di traffico illegale di droghe, di prostituzione, di bambini costretti a combattere o sfruttati in ogni modo. Tutto questo anche nei Paesi con forme di governo democratico.
Dunque, se i diritti umani non coincidono con i diritti della persona, ne sono però la premessa; se noi non appoggiamo  un atteggiamento di promozione dei diritti umani ,non riusciremo mai a raggiungere quello che dovrebbe essere il nostro obiettivo, cioè i diritti della persona.
 Di Hagakure Marilina Fenice




Nessun commento:

Posta un commento