martedì 28 aprile 2015

I “Massoni” di Gioele Magaldi, grandi le ambizioni, piu’ grandi le ambiguità.

Articolo di Andrea Franco, introdotto da Fausto Carotenuto
MagaldiIn vari ambienti sta suscitando molto rumore il libro del massone Gioele Magaldi intitolato "Massoni".
Un libro ricco di rivelazioni, di affermazioni molto forti e inedite sul mondo massonico e sui suoi livelli più nascosti. Presentazioni in tutta Italia e persino ospitalità con una intervista sul blog di Grillo.
Molto interessante... ma spesso per capire meglio il senso di un libro di "rivelazioni" come questo occorre analizzare non tanto e non solo quello che nel libro c'è, ma soprattutto quello che non c'è. Dal libro pare che esista al vertice mondiale del potere solo la massoneria... Il che non è affatto vero. I massoni, divisi in una miriade di logge e loggette di mille orientamenti diversi, sono strumento di livelli di manipolazione superiore che non sono più identificabili come massonici. Altre parti entrano in gioco come fratellanze oscure non massoniche o ad esempio ordini religiosi importanti, come i Gesuiti o l'Opus Dei nel mondo cristiano o determinate sette islamiche o ebraiche o orientali o altro...  E questi elementi non propriamente massonici si intrecciano con l'elemento massonico infiltrandolo e manipolandolo in modo importante, spesso assumendo la guida delle operazioni massoniche e dirigendo gli scontri interni. Senza che la maggior parte degli stessi massoni se ne rendano conto.
Tutto questo manca in questo libro, ed è la parte più importante: perchè alcune correnti massoniche vengono adoperate lanciandole in certe operazioni? Per fare cosa? Per conto di chi?  Perchè sono tenute sempre una contro l'altra? Secondo la visione di Coscienze in Rete, tutto questo è diretto da superiori poteri anticoscienza per operazioni contro il risveglio delle coscienze. Ma tutta questa fondamentale parte dei manovratori occulti nel libro proprio non c'è.  Non citarla significa non conoscerla o non volerla svelare?
Non conoscerla singnifica che chi scrive è strumento inconsapevole di una manovra di poteri superiori e che quindi ci racconta la verità parziale che hanno raccontato a lui come manipolazione. E non svelarla conoscendola significa chechi scrive partecipa consapevolmente alla manovra per manipolare i lettori. Noi propendiamo per la prima ipotesi: pare molto l'episodio di una manovra di guerra interna massonica diretta dall'esterno.
Insomma è un libro che afferma di essere scritto dai massoni buoni (chi sono, oltre all'autore, non viene dichiarato) contro i massoni cattivi. Noi non crediamo a questa distinzione negli alti livelli massonici attuali: sono tutti manipolativi ed esecutori di ordini superiori.
Alla fine, molte affermazioni interessanti in questo libro, tutte da verificare, ma certamente parziali ed unilaterali. Ed è più pesante il non detto di quello che viene detto.
Magaldi4Questo libro parte come coagulante di un movimento nuovo, il Movimento Roosevelt... Un movimento di"cavalieri bianchi" contro i "cavalieri neri", non dichiarando chi siano le fantomatiche forze di massoni buoni alla base delle rivelazioni e alla base dell'iniziativa. Non sarà un'ennesima trappola? I presupposti di mancata chiarezza ci sono tutti. Ma vediamo...
La gente ha bisogno di sapere cose sul potere, e spesso il potere risponde con risposte parziali, accattivanti e devianti.
La gente ha bisogno di impegnarsi, vuole inserire elementi ideali nella società, e allora gli si creano dei movimenti che vadano incontro a questi ideali, come il movimento di Grillo, ed altri. Ma poi in questi casi non si sa mai bene chi prende le decisioni e perchè... Non si sa chi c'è dietro veramente. Del tutto non casuale potrebbe essere la risonanza data dal blog di Grillo alle iniziative di Magaldi.
Le coscienze in risveglio della nostra epoca hanno bisogno di questi non detti, di queste mancanze di trasparenza?
"Là dove la tua coscienza non può controllare, stai certo che qualcun altro lo fa al posto tuo..."
Fausto Carotenuto
Pubblichiamo a seguire sullo stesso argomento un articolo di Andrea Franco, che in alcune parti presuppone la lettura del libro di Magaldi:
E' indubbiamente un grande successo editoriale. E' altrettanto indubbiamente un libro interessante, primo di una serie di saggi di prossima pubblicazione, formanti un progetto, che, per usare un eufemismo, appare di un'ambizione sconfinata.
Quella di riscrivere la storia degli ultimi due secoli in base all'assunto che tutto è dominato dalle logge massoniche e che le sciagure contemporanee sono state e sono determinate dalla "supremazia dei cattivi " (logge reazionarie,oligarchiche, conservatrici) sui "buoni" (logge progressiste,democratiche,illuminate) di cui Gioele Magaldi sarebbe portavoce per l'Italia
Il fine ultimo del progetto è quello di un totale rinnovamento della vita politica ed economica del Continente, e da lì dell'universo mondo, sulle basi di una sorta di nuovo "New Deal" roosveltiano e keynesiano, questa volta tenuto a battesimo in Italia ed Europa. Questo l'obbiettivo dichiarato.
Allora..... un testo del genere, oltrettutto molto esteso, dovrebbe presentarsi basato su una corposa documentazione..che per molti versi manca, essendo "chiusa" in impenetrabili casseforti "latomistiche".
Quelle delle stesse "sovralogge" (le Ur-Lodges del titolo) la cui esistenza Magaldi per primo rivela, a "noi profani " (Cioè a chi sta "di fuori del tempio" ma con buona pace dei Muratori il tempio è "ovunque due o piu' sono riuniti nel Mio Nome"....)... .
Ma non è questo il punto -o il solo punto- di ambiguità..Ce ne sono ben altri
Proviamo ad elencarli:
Magaldi51) La questione capitale, come tale propria ad ogni discorso sulla Libera Muratoria, è quella dell'esoterismo massonico.
Se infatti i presupposti della legittimità spirituale del dominio universale delle "logge" (dato e non concesso che le cose stiano così) stanno nella effettiva connessione di esse col mondo dello Spirito, invisibile ai piu', occorre chiarire questo punto prima di ogni altro.
Una trattazione esaustiva di esso richiederebbe la scrittura di volumi, cercheremo allora di limitarci all'essenziale.
L'esoterismo massonico è basato sull'elemento rituale-cerimoniale , dalle origini antichissime, diretto erede degli Antichi Misteri , diviso per gradi successivi di sempre maggiore apertura dell'adepto alla Luce dello Spirito. Quindi: si cerca la connessione con gli Enti Invisibili attraverso mezzi di culto. Ma la connessione c'è o no? C'è da dubitarne....Da molti segni si puo' dedurre che riti e cerimonie sono,almeno dalla fine dell'800, vuoti di vera spiritualità o peggio... in base non solo al principio cheThe Times They're a changin' anche in senso spirituale .
C'è infatti da considerare quanto segue: quando un contenuto fugge via da un corpus di riti e cerimonie (un tempo positivamente efficaci per incarnarlo) il "vuoto" viene riempito da forze non certo favorevoli agli umani.: Ce lo dice lo stesso Magaldi , a chiare lettere, soprattutto nell'esaminare l'azione dei "nerissimi" della Loggia "Hathor Pentalpha".... ( Inciso: per un motivo del genere le chiese cristiane venivano costruite nel luogo di altari pagani abbandonati dalle deità di un tempo; era, di fatto, una funzione di terapia spirituale.)
Come tale poi l'esoterismo massonico, a parte riti e cerimonie, per quanto riguarda i contenuti dottrinari è di per sé sincretistico e legato al principio, come tale discutibile, dell'"untità trascendente" delle Forme dello Spirito, il che richiederebbe diverse precisazioni.
Il testo ,così ricco di nomi e date, è viceversa assai reticente su questo punto-cardine .
C'è qualche citazione di Ermetismo,Kabbalah, Teosofia Angloindiana , accenni all'ariosofia propria ai nazisti della prima ora e niente altro..
Ma c'è anche un punto assai significativo per certe orecchie, e non positivo, quando , a pag 203 nota, Magaldi si avventura in una descrizione della struttura occulta dell'uomo, e dichiara l'"eterico " quale "epifenomeno" della materia, quando è vero il contrario,almeno per chi, da non massone, abbia approfondito un po' di moderna scienza spirituale.
Magaldi6Fra l'altro lo stesso autore parla di se stesso come "esoterista" gnostico-sessuale...cosa alquanto "scarna" e per certuni poco rassicurante, soprattutto in mancanza di elementi piu' ampi di quelli forniti dal qui "riservato" Gran Maestro del GOD (acronimo, anche questo "leggermente" ambizioso)
Del reso l'Autore definisce magico-sessuali anche le vicende, apparentemente grottesche, del bungabunga berlusconiano ..il che, unito al nome di Loggia del Drago dato dall'ex Premier al suo sodalizio "privato" non suona benissimo alle orecchie di chi "mastica" qualcosa di certe cose....
Insomma il lettore smaliziato puo' benissimo pensare a "millantato credito" o peggio, il che spiegherebbe meglio di ogni altra congettura, il perché del "nero" che ha sopravanzato da decenni (stando a Magaldi)- da ben prima (secondo noi) - il "bianco-progressista nello stesso esoterismo muratorio
A questo riguardo c'è un altro elemento chiave da considerare: l'uso del termine "iniziato".
A stretto rigore l'uso del termine in questione in chiave massonica puo' sembrare appropriato: iniziato è colui che "inizia" un percorso...solo che nell'Esoterismo non è sempre così. L'Iniziazione vera è infatti il "varcare la Soglia" ovverosia il vivere contemporaneamente nei "due mondi", quello visibile e quello impercepibile ai sensi.,quello dei "vivi" e quello dei cosiddetti "morti"... Condizione invero rara e non certo ascrivibile ai mille "iniziati virtuali" che popolano le Logge..almeno a giudicare dai frutti...ancora millantato credito..
Va poi considerato un altro punto molto serio.
Nell'intero testo si parla solo delle conseguenze fattuali –materiali di quanto malignamente perpetrato dai "neooligarchi". Ma nulla si dice di un elemento ancora piu' importante, soprattutto per chi si presenta al mondo come esoterista ed in quanto tale degno di condurre la "danza".
Non si parla mai nel libro dell'epidemia di autentico oscuramento dell'atmosfera psichica e di quella eterica ("sottile") del pianeta , quali risultato del continuo esercizio di culto della menzogna, dell'odio indotto, della sofferenza provocata, della distruzione per fini politici o negromantici, coltivato dalle "logge oscure
E ci mettiamo anche il culto del pansessualismo, la depravazione dell'immaginario, l'abuso delle droghe (favorito dallo stesso "cartello oscuro"..ma anche qui non si parla mai degli intrecci fra criminalità organizzata e conventicole in grembiulino...) ....Perche?
2) Poi... la pretesa "universalità massonica" è di fatto uno strumento della hybris anglofona e la circostanza che le Ur-Lodges si proclamino sopranazionali, come tali si proclamano le "subordinate" conventicole di ricchi e potenti paramassoni inquadrati nelle varie Trilateral,Bilderberg,CFR ecc. vuol dire poco assai: non è detto che solo gli anglofoni perseguano l'obbiettivo del proprio dominio planetario, gli alleati in buona fede e gli "utili idioti" prezzolati di ogni paese non mancheranno mai:
Vediamo anche che la divisione fra "reazionari" e "progressisti" viene datata da Magaldi a dopo la Grande Guerra (1914-18).
Quest'ultima fu marcata peraltro da una decisa azione delle "logge unite" contro l'Europa Centrale operazione disastrosa proprio nei confronti di quell'esoterismo rosicruciano e goethiano che stava allora sorgendo,ad onta della decrepitezza di molte istituzioni imperial-regie della Germania postbismarckiana e dell'ex Austria-Felix... E così i vari "fratelli" Loyd George, Grey,Asquith,Poincarè ecc. portano,ad esempio, enormi responsabilità sia nello scoppio della Guerra (come hanno mostrato storici anglofoni...) sia nel rifiuto di quella pace "senza vincitori né vinti" auspicata nel 1916-17 da personaggi posti su fronti diversissimi- se non opposti -come il Papa Benedetto XV e Rudolf Steiner, il Fondatore dell'Antroposofia.
Viceversa i "massoni buoni "(??) schierarono gli USA e partorirono due anni dopo Versailles una delle "incubatrici" del virus hitlerita.....
Particolarmente disturbante suona anche la valutazione positiva di Franz Von Papen, uno degli artefici della trama "concordataria" fra cattolici e hitleriti, fondamentali per portare Hitler e gli eredi dell'ariosofia al governo nel 1933. Anche lui "buono"?
Magaldi73) Si parla di Opus Dei e non si nomina mai o quasi la Societas Jesu,..eppure i connubi fra quest' ultimo autentico superpotere e i Muratori sono noti da almeno un secolo.
Fra l'altro sono stati ricordati anni fa in un testo, scritto da F: Pinotti che su questo intervistò il Gran Maestro Emerito Di Bernardo.....e soprattutto ora con "Bergoglio al soglio" la SJ è in auge anche sul proscenio....aspettiamo i prossimi volumi..
4) Ambiguità ambiguità ....il dialogo "finale" ne è pieno.
Rivelazioni interessantissime certamente ed il "grido d'aiuto" uniamoci contro la superloggia "nera" dei Bush....ma quel "FK" (Brzezinski?) che parla come un'evoliano da quattro soldi (e dice pure di esserlo ....) ..Se fosse vero, sarebbe uno specchio veramente impietoso del degrado della Muratoria anche da un punto di vista culturale.. Un pezzo da novanta che declama banalità neognostiche come un'attivista di Ordine Nuovo di Roma-Prati o di Mestre!
5) Si può anche notare la supponenza muratoria nel giudicare i "profani" (per i quali i "progressisti" tuttavia "stravedono"...ipocrisia?? vedremo...) al massimo buoni per servire "lorisgnori", o l'atroce nonchalance con la quale i vari FK ( bel coraggio FR ad usare il nome dell'"Iniziatore degli Iniziati"..) ammettono i propri crimini contro l'umanità .
Ed in realtà, sempre se fosse vero "colloquio", FK meriterebbe una decina di Norimberga.. Tuttavia chi ha la salda consapevolezza della Giustizia Divina non vorrebbe essere nei suoi panni "evoliani" di sprezzante dominatore (nella maya caro FK, nella maya..) nel momento in cui Mika-El ne peserà karma passato e futuro....
Conclusione.
Certamente la ricetta antiliberista, visti i disastri continui provocati dall'applicazione di essa, grazie all'impegno "neoligarchico" in quel senso, va affossata. E il progetto del Grande Oriente Democratico in questo senso potrebbe servire da risveglio e da inversione di tendenza.
.Però....le ambiguità del lavoro esaminato sono così pesanti da suggerire sana diffidenza e prudente attesa....Ambizioni tante..ambiguità di più .. comunque un progetto da tenere d'occhio,anche per gli sviluppi futuri.
http://coscienzeinrete.net/politica/item/2280-i-%E2%80%9Cmassoni%E2%80%9D-di-gioele-magaldi,-grandi-le-ambizioni,-piu%E2%80%99grandi-le-ambiguit%C3%A0

Nessun commento:

Posta un commento