lunedì 15 febbraio 2016

Vladimir Putin rappresenta la maggiore sfida per i sostenitori del “Nuovo Ordine Mondiale”

Putin fra i suoi soldati
By Jonas E. Alexis
Contrariamente a quello che Darwin sosteneva nelle sue teorie, la Storia o l’Universo ed anche gli esseri umani non sono stati creati senza un senso o senza un proposito. Esiste un “logos” (principio o ragione in greco) nella Storia che può essere compreso da coloro che amano la verità.
In risposta alla nozione che prevale tra i sostenitori del Nuovo Ordine Mondiale (NWO), secondo i quali Putin sarebbe la reincarnazione di Hitler, un dittatore,un aggressore, una brutta copia di James Bond, e che la Russia avrebbe violato il diritto internazionale, Putin ha brillantemente dichiarato: “Vi invito a pubblicare la mappa del mondo nel vostro giornale e sottolineare tutte le basi militari esistenti degli Stati Uniti in essa. I sommergibili nucleari americani si trovano in allerta permanente di fronte alle coste norvegesi; sono equipaggiati con missili che possono arrivare a Mosca in 17 minuti. Al contrario noi abbiamo smantellato tutte le nostre basi a Cuba già da molto tempo, anche quelle non strategiche. Dunque saremmo noi  quelli denominati aggressori”?
“In quanto a noi (russi), non risulta che ci stiamo allargando in qualsiasi luogo; risulta invece che l’infrastruttura della NATO, inclusa l’infrastruttura militare, si sta muovendo verso le nostre frontiere. Questo sarebbe un atteggiamento di aggressione? Alla fine gli Stati Uniti si sono ritirati unilateralmente dal Trattato relativo ai missili antibalistici, che costituiva in gran parte la pietra angolare dell’intero sistema di sicurezza internazionale”. “I radar, le basi ed i sistemi antimissile si trovano nel territorio europeo o nel mare, per esempio nel Mar Mediterraneo ed in Alaska. Abbiamo sostenuto molte volte che tutto questo affossa la sicurezza internazionale. Ritenete che questa sia una dimostrazione del nostro atteggiamento aggressivo”?
A questo punto Putin realmente demolisce  il progetto sionista che gli agenti del NWO hanno cercato di implementare per anni in Occidente. Gli agenti del NWO non accetteranno mai la sfida di Putin e precisamente perchè hanno utilizzato gli Stati Uniti per distruggere i paesi del Medio Oriente ed altre regioni (Somalia, Sudan Nigeria, ecc.). Una volta di più, se questa è una notizia nuova per qualcuno, basta guardare come sono stati ridotti paesi come l’Iraq e l’Afghanistan.
D’altra parte mentre i “neocons” ed altre “navi ammiraglie” sioniste vogliono sviare la nostra attenzione verso paesi come la Russia, la Cina, il Brasile e la Corea del Nord, le stesse persone non vogliono affrontare il fatto che la nostra attenzione dovrebbe essere posta sul paese che ha danneggiato l’America e gran parte dell’Occidente: Israele.
La Russia e la Cina non hanno mai minacciato di annientare qualsiasi paese, Israele invece lo ha fatto. Se questo per qualcuno non fa notizia, allora bisogna basarsi sullo storico militare israeliano, Martin van Creveld, il quale dice in modo inequivoco:
“Disponiamo di varie centinaia di ogive nucleari e missili e possiamo lanciarli contro obiettivi in tutte le direzioni, incluso su Roma. La maggior parte delle capitali europee sono obiettivo delle nostre forze aeree…Abbiamo la capacità di portare il mondo nell’abisso assieme a noi. E vi posso assicurare che questo accadrebbe prima che Israele vada nell’abisso”.
Immaginiamoci se Putin o un esponente iraniano avessero proferito tali dichiarazioni. osa credete che farebbero gli agenti del NWO ? Avrebbero prodotto tale dichiarzione in modo incestuoso ed incoerente in tutti i mezzi di informazione fino all’infinito? Ricordate come in modo ridicolo avevano trasmesso continuamente la menzogna che Ahmadinejad voleva cancellare Israele dalla carta geografica? Adesso in questo si trova nel suo ruolo. Prendere un microfono, presentare la dichiarazione di questo Creveled a qualsiasi americano o europeo che si incontri. Cancellare la parola Israele e sostituirla con uno spazio bianco. Chiedere a qualsiasi persona che riempia lo spazio in bianco con qualsiasi paese del mondo. Credete forse seriamente che andrebbero ad inserire Israele in quello spazio? Fare la prova e vedrete che  il risultato è allucinante.
Quello a cui stiamo assistendo è che Putin continua a vincere sugli agenti del NWO e li sbaraglia nel loro stesso gioco. Putin non utilizza neppure termini molto tecnici. Lui ha soltanto utilizzato il senso comune ed una piccola dose di comprensione. Gli agenti del NWO non erano in grado di intendere una logica elementare. Si trovavano in un blocco mentale.
Qualcuno potrebbe facilmente dire che Putin è un prodotto di quella che Hegel avrebbe chiamato “l’astuzia della ragione”. L’astuzia della ragione è semplicemente “un termine per una dinamica occulta o dialettica che riassume le conseguenze delle azioni in modo imprevisto per gli attori”. Come Robert C. Tucker riassume il concetto di Hegel qui di seguito:
“…In realtà, l’idea che la ragione non funziona soltanto nella Storia in un modo che potrebbe sembrare ragionevole in superficie. (La ragione) non è attualizzata in questa o in un’altra delle sue fasi, come conseguenza delle azioni svolte dagli uomini coscientemente e che adottano come proprio ideale , nel cercare di tradurre alla realtà attraverso il loro modo di vita e di condotta”. La Storia allora esegue i suoi secondi disegni razionali in forma indiretta ed in modo furtivo. Li realizza chiamando in causa l’elemento irrazionale della natura umana, le passioni”.
Hegel afferma molto chiaramente che questo mondo “non è preda di fattori esterni e di cause contingenti, ma piuttosto viene retto dalla provvidenza”. Hegel si muove ad affermare che gli eventi nel mondo si svolgono attraverso una provvidenza, di fatto attraverso la Divina Provvidenza”, e questa Divina Provvidenza è la saggezza , assieme con il potere infinito, che è cosciente dei propri fini, ovvero in assoluto di un disegno razionale del mondo…. Pertanto, contrariamente a quello che Darwin espose come teoria metafisica, l’universo o anche gli esseri umani non sono insignificanti o incontrollabili. Esiste un Logos della Storia che può essere compreso da coloro che amano la verità. Se la Storia non ha un senso, allora non ci sarebbe ragione di combattere per quello che è giusto, per ottenere la verità e per dissipare i miti e l’ideologia.
Hegel scrive:
“Che la Storia del mondo viene retta da un disegno finale, che rappresenta un processo razionale, la cui razionalità non è quella di una tematica in particolare, ma di una ragione divina e assoluta- questa è una proposizione la cui verità dobbiamo supporre; la prova si radica nello studio della Storia del mondo, che è l’immagine e l’affermazione della ragione”.
Un esempio classico del principio di Hegel qui sarebbe di nuovo la persona di Putin e l’Unione Sovietica. In pratica nessuno avrebbe creduto che l’URSS avrebbe prodotto un uomo come Putin. Senza dubbio egli è imperfetto; come si possono trovare difetti nella vita di ciascun essere umano individuale, non ci sono dubbi che si possono identificare alcuni suoi difetti.
Tuttavia, che possa piacere o no Vladimir Putin, egli senza dubbio sta sta procurando forti arrabbiature agli agenti del NWO e questa è una buona cosa. Come abbiamo segnalato in precedenza, Putin ha cambiato in qualche modo il corso della Storia quando ha argomentato che il Nuovo Ordine Mondiale adora Satana. Putin si trova allineato e conforme con il pensiero cristiano ed aggiungo qui anche mussulmano, se egli ci dice che satana pretende di distruggere “le Nazioni del Mondo” (Isaia 14:12), Non è un caso che i suoi figli seguiranno il loro padrone.
Ancora una volta è pertinente portare il giudizio dell’ebreo statunitense neocon, Michael Ledeen. Parlando di alcuni fatti terribili Ledeen non ha esitato ad affermare:
La distruzione creativa è il nostro secondo nome, tanto all’interno della nostra società come all’estero. Noi abbattiamo il vecchio ordine ogni giorno, dal commercio alla scienza, alla letteratura, all’ arte, all’architettura ed al cinema alla politica ed alla legge. I nostri nemici hanno sempre odiato questo turbine di energia e creatività che minaccia le loro tradizioni (quali che siano) e la vergogna per la loro incapacità di sostenere il ritmo—Noi dobbiamo distruggerli per avanzare la nostra missione storica”.
michael-ledeen-leaders-
Questa argomentazione si può facilmente verificare in altri territori: ad esempio intorno al 2003, i Neocons hanno disegnato una linea sulla sabbia ed hanno iniziato a designare il nome dei paesi che dovevano essere distrutti: “Algeria, Libia, Egitto, Sudán, Líbano, Siria, Iraq, Arabia Saudita, Irán, Hezbollah, Hamas, la Autorità Palestinese e l’ islamismo’.” Ma ‘ c’è di più: nel 1992 un documento sorprendente fu trovato negli uffici di Paul Wolfowitz nel Pentágono.
Barton Gellman del Washington Post lo definì “un piano destinato a stabilire la direzione della nazione USA per il prossimo secolo”. Il ” Wolfowitz Memo” richiamava ad una permanente presenza militare degli Stati Uniti nei sei continenti per dissuadere i potenziali “competitors” degli USA ad aspirare ad un maggiore ruolo regionale o globale. La contenzione, la strategia vittoriosa della guerra fredda fu accantonata per dare luogo ad una nuova strategia ambiziosa disegnata “per stabilire e proteggere un nuovo ordine ad avanzare nella nostra missione storica”.
Per quanto la nota di Wolfowitz fu denunciata e sconfessata successivamente, quella nota si trasformò di fatto nella strategia politica statunitense, come riportato alla pagina 33 della National Security Strategy (NSS) rilasciata dal Presidente Bush il 21 di Settembre del 2002. Un giornalista del Washington Post, Tim Reich lo descrive come “una pietra miliare della politica estera degli USA” che investe i principi fondamentali che hanno guidato i successivi presidenti nel corso di 50 anni: contenzione e dissuasione”.
Questa è chiaramente una attività coperta che si trova chiaramente manipolata dalle mani guida degli agenti del NWO come Leedeen, Bill Kristol, Daniel Pipes, ecc..
A volte questo piano occulto può essere considerato realmente malvagio ed anche diabolico. Se qualcuno ha necessità di avere le prove basta chiedere a mr. Daniel Pipes.
Pipes ha detto che l’America deve appoggiare i ribelli/terroristi e mercenari in Siria e lo stesso Assad in modo che entrambi finiscano massacrandosi gli uni con gli altri! Quando il sangue scorrerà per tutte le parti in Siria, quando Assad ed i terroristi non esisteranno più, allora gli agenti del NWO potranno proclamare la vittoria.
Questo è un vero piano diabolico. Così quando Putin ha iniziato a sfidare questa diabolica premessa in termini morali e religiosi, Kevin Barrett ed io eravamo più che felici di acclamare quest’uomo. Come ha detto Barret l’altra volta: “che Dio benedica il Presidente Putin, il quale mette il timore di Dio nel Nuovo Ordine Mondiale”.
Traduzione: Luciano Lago
Nella foto in alto: Putin fra i suoi ufficiali
Nella foto in basso: lo stratega neocon statunitense Michael Ledeen
fonte http://www.controinformazione.info/vladimir-putin-rappresenta-la-maggiore-sfida-per-i-sostenitori-del-nuovo-ordine-mondiale/

Nessun commento:

Posta un commento