lunedì 11 giugno 2018

Seminare il seme del suicidio: la proprietà di Monsanto del nostro approvvigionamento alimentare sta distruggendo l’agricoltura



C’è una ragione per cui la Monsanto è una delle aziende più odiate al mondo, e va ben oltre il danno che i suoi prodotti hanno causato all’ambiente e alla salute umana. In effetti, il controllo della Monsanto sul nostro approvvigionamento alimentare sta distruggendo l’agricoltura stessa, e le ripercussioni per tutti noi potrebbero essere devastanti.
L’azienda biotech ama pensare a se stessa come un pioniere e i suoi “contributi” all’agricoltura sono certamente rivoluzionari – in tutti i modi sbagliati. Coloro che hanno familiarità con le loro pratiche ridono della loro pretesa di “migliorare la vita degli agricoltori” se non fosse così decisamente offensivo. Dopotutto, spingerli al suicidio non è un miglioramento per la definizione di qualcuno della parola. Alcuni agricoltori li chiamano “la polizia dei semi”, mentre altri preferiscono parole come “Mafia” e “Gestapo”.
In effetti, il loro controllo sul mercato dei semi in tutto il mondo li ha posti nella posizione di controllare essenzialmente la nostra offerta di cibo. Sono i padroni di casa e gli agricoltori sono alla loro mercé, costretti a pagare affitti oltraggiosi o letteralmente morire di fame. È uno schema in cui gli agricoltori devono comprare nuovi semi ogni anno, oltre ai pesticidi della Monsanto. I prezzi delle sementi sono aumentati , con il cotone GM in aumento del 516%, il mais del 259% e la soia del 325% dal 1996 al 2013.
L’India ha accusato questo impatto con più difficoltà della maggior parte dei luoghi, il che non dovrebbe sorprendere se si considera il fatto che controllano il 95 per cento dei semi di cotone lì. Quando la Monsanto entrò nel loro settore delle sementi, le compagnie indiane furono essenzialmente bloccate in accordi di licenza; i semi, che una volta erano una risorsa comune, diventarono improvvisamente la “proprietà intellettuale” della Monsanto e dovettero pagare loro delle royalties. Colture miste come il cotone dovevano essere coltivate come monocolture, rendendole vulnerabili a malattie, parassiti, siccità e fallimenti delle colture.
I loro monopoli di semi non solo costarono denaro extra agli agricoltori; alla fine molti di loro hanno pagato con le loro vite. Nella cintura di cotone del paese, il cotone Bt ha posto molti contadini nelle trappole del debito, scatenando un’orrenda epidemia di suicidi che ha visto 300.000 agricoltori togliersi la vita tra il 1995 e il 2011. I suicidi arrivavano a un tasso di 1.000 al mese, spingendo il ministero dell’Agricoltura del paese a dichiarare una crisi umanitaria.
Questo non è l’unico modo in cui stanno distruggendo l’agricoltura. Molti contadini si sono trovati sul campo delle cause ridicole della Monsanto, come nel caso del contadino canadese Percy Schmeiser. Dopo che i venti hanno spinto il polline dalla colza GM della Monsanto piantata dai vicini agricoltori nei suoi campi e le piante hanno impollinato, non solo ha visto contaminarsi la razza che aveva coltivato per mezzo secolo, ma l’azienda lo ha citato in giudizio per violazione di brevetto e ha provato per impossessarsi delle sue attrezzature agricole e della terra. L’azienda ha intentato centinaia di cause simili contro diversi allevatori , e regolarmente ottengono sentenze che ammontano a milioni di dollari.

L’inganno di Monsanto non conosce limiti

Hanno promesso che gli OGM avrebbero nutrito il mondo, ma non lo sono, né stanno controllando le erbe infestanti e i parassiti. In realtà, stanno avendo l’effetto opposto. L’uso di pesticidi è salito piuttosto e le persone e gli animali stanno morendo per l’esposizione al glifosato.
Diversi semi con resistenza naturale sono stati rimpiazzati con semi geneticamente modificati nulli di nutrienti e cosparsi di pesticidi cancerogeni. Api e uccelli muoiono a frotte, e tutta la catena alimentare è in pericolo. L’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura delle Nazioni Unite ha avvertito che la perdita di biodiversità dagli OGM avrà un grave impatto sulla capacità degli esseri umani di nutrirsi da soli.
Eppure l’azienda continua a mentire, a fare la prepotente e a minacciare per controllare la fonte di vita del pianeta. Il denaro parla e ne hanno un sacco. Certo, cosa ci aspettiamo dalla stessa società che ci ha portato Agent Orange, PCB e DDT?

fonte http://www.politicamentescorretto.info/2018/06/10/seminare-il-seme-del-suicidio-la-proprieta-di-monsanto-del-nostro-approvvigionamento-alimentare-sta-distruggendo-lagricoltura/

Nessun commento:

Posta un commento