mercoledì 6 gennaio 2016

Allontanare le persone conflittuali giova alla salute e allo spirito



Prendere le distanza dai conflitti migliora la nostra salute fisica ed emotiva. Ci sono persone che ci soffocano, che ci rubano l’energia e che annichiliscono la nostra capacità di reazione. Sono veri distruttori della nostra salute e della nostra pace interiore, ammalano la nostra emotività e distorcono la nostra sensibilità.

La verità è che con il passare del tempo finiamo per non sapere nulla di persone che credevamo di conoscere e ci rendiamo conto di vivere sottomessi alle loro esigenze, alla loro retorica, ai loro comportamenti e, soprattutto, alle loro emozioni tossiche.

Queste persone non sanno rispettare, né prendere in considerazione gli altri, che utilizzano come marionette del proprio cattivo carattere o come bersagli dei loro conflitti personali, sia interni sia esterni. Queste persone non vivono e non lasciano vivere, di conseguenza frenano lo sviluppo e la crescita personale di coloro che li circondano.


Come è ovvio, anche se sarebbe la cosa più indicata, non sempre possiamo allontanarci fisicamente da queste persone, per esempio possono essere parenti o colleghi di lavoro. Tuttavia, se abbiamo la possibilità di prendere le distanze, sarebbe il rimedio più appropriato per la nostra salute.

In entrambi i casi, la cosa più importante è ottenere un allontanamento emotivo, ovvero avere la forza sufficiente per mantenerci lontani dal loro raggio d’azione.


Forse lo fanno in modo cosciente o forse no, ma quello che è chiaro è che ci affogano e ci intossicano facendoci sentire vulnerabili, facilmente irritabili oppure ci fanno venire voglia di andarcene e lasciar perdere tutto.

Come allontanarsi emotivamente da qualcuno che ci ferisce?

Se nella vostra vita c’è qualcuno che vi ferisce, potete giocare d’anticipo, poiché sapete che le sue reazioni o le sue intenzioni sono sempre più prevedibili.

In questo senso bisogna sottolineare quanto detto prima, ovvero che è possibile che le persone che ci circondano non vogliano davvero creare un clima negativo, ma che non sappiano relazionarsi in altro modo.

Smettendo di dare importanza a quello che fanno queste persone e focalizzando la vostra attenzione sui problemi che vi creano, sarete più predisposti ad avere opportunità di crescita e smetterete di minare le vostre forze e la vostra autostima.

Per questi motivi, bisogna giocare con le aspettative. Ci aspettiamo così tanto dagli altri che siamo incapaci di accettare la realtà per quello che è. Questo genera disillusioni e sottomissioni, alimentando un’atmosfera in cui risulta molto complicato respirare.

Mantenere la prospettiva ci aiuterà ad ottenere una certa indifferenza e scendere da questa montagna russa emotiva, riuscendo a separare le nostre preoccupazioni da quelle degli altri e liberandoci delle loro insicurezze e reazioni sproporzionate.


L’idea è schiarire la nostra mente e poter esporre i nostri pensieri e le nostre emozioni senza paura delle conseguenze quando arriva il momento. Questo permetterà di ottenere un risultato veloce, diretto e soddisfacente: i nostri problemi diminuiranno e potremo vivere in pace.


Quando ci allontaniamo dal dolore, ci avviciniamo alla felicità


Allontanatevi dalla paura e avvicinatevi all’indifferenza. Non schiacciatevi cercando di mantenere una buona impressione degli altri oppure pensando che hanno sempre buone intenzioni.

Si dice che quando qualcuno ha intenzione di ferirci, il miglior disprezzo è la noncuranza; ovvero non lasciare che questi mini la nostra autostima e ignorarne i messaggi negativi.

Gli ambienti tossici e conflittuali hanno un’incredibile capacità di devastazione per la nostra salute e più prenderemo le distanze da essi, più staremo meglio.

La vita è troppo breve per vivere angosciati. Per questo motivo, amate le persone che vi trattano bene e allontanatevi da quelle che non lo fanno, senza rimorsi.


Fonte La Mente è Meravigliosa








Nessun commento:

Posta un commento