sabato 11 luglio 2015

TRUFFA CRYPTOLOCKER: COME RICONOSCERLA E DIFENDERSI


Non cliccare/aprire i link e non pagare il riscatto per riavere i file criptati del vostro pc.L’allarme l’avevamo lanciato alcuni giorni fa e nello specifico riguardava una mail che arrivava da un finto indirizzo di Enel e che invitava il consumatore a cliccare su un link per visualizzare la propria bolletta, ma la finta mail poteva anche essere una falsa comunicazione di acquisti effettuati online.



1. In realtà il link non era altro che un modo per iniettare nel computer il virus CRYPTOLOCKER, così denominato perché cripta le memorie del computer rendendole indisponibili.
2. A questo punto al consumatore viene chiesto un ricatto che prevede il pagamento di una somma di alcune centinaia di euro in bitcoin, la moneta virtuale elettronica, per poter ricevere il programma di decriptazione.
3. ATTENZIONE: Cedendo al ricatto e pagando il riscatto non si ha alcuna garanzia di ricevere indietro o comunque di avere di nuovo accesso ai file criptati!
La buona notizia è che la Polizia postale e delle comunicazioni ha arrestato i responsabili di questa truffa, ma non per questo dobbiamo abbassare la guardia.
Come fare per difendersi dai virus informatici
La Polizia consiglia di:
· tenere sempre aggiornato il software del proprio computer
· munirsi di un buon antivirus
· fare regolarmente il backup, cioè una copia dei propri file
· fare attenzione alle mail che ci arrivano, specialmente se non attese, evitando di cliccare sui link o di aprire gli allegati, perché è tramite la loro apertura che avviene la diffusione del virus.IMPORTANTE: Scarica da App Store, se hai uno smartphone/tablet Apple, o da GooglePlay, se hai uno smartphone/tablet che usa il sistema operativo Android, la App Commissariatodips Onlineattraverso la quale potrai avere informazioni sulla Rete ed inoltrare segnalazioni di eventuali criticità riscontrate come internauta.

Fonte : Marcovalerio Cervellini Polizia di Stato





Nessun commento:

Posta un commento