giovedì 31 marzo 2016

ESERCIZI PER ALLEVIARE IL MAL DI SCHIENA



La colonna vertebrale è il nostro "scettro", contiene la forza che ci tiene in piedi, nella colonna c'è un complesso sistema di nervi e i muscoli che la sostengono hanno bisogno di essere rafforzati, in modo da darle supporto.

Tutte le aree della colonna hanno uno specifico significato a livello psicosomatico e lamentare dolori cervicali o lombari, a meno che non si tratti di un trauma, può essere legato a un fattore emozionale.

In molti casi però noi "dimentichiamo" nostra schiena, il che è un vero peccato, nel senso proprio del termine. Stiamo seduti per ore senza ricordare che le quattro curve fisiologiche della schiena hanno bisogno in realtà di scaricare tutto l'attrito della lotta contro la gravità.

Vediamo insieme semplici esercizi per alleviare il dolore alla schiena e il senso di pesantezza che può derivare da troppa sedentarietà.

In caso di ernie discali è sempre bene consultarsi con il proprio osteopata, fisioterapista o chiropratico di fiducia.


3 esercizi semplici per alleviare il mal di schiena

Consigliamo di svolgere questi esercizi unitamente a una cura verso la propria schiena che contempli ad esempio il non sollevare pesi se non a gambe flesse in posizione di squat, il non caricarsi troppose si deve affrontare un lungo percorso e il coprire sempre le zone cervicali nelle stagioni più fredde.

Ovviamente, oltre agli esercizi e al movimento, un ruolo fondamentale lo gioca la nutrizione e soprattutto l'idratazione: cercate di non scegliere cibi altamente infiammatori ma alimenti diuretici e di bere molto, non solo per idratare i dischi vertebrali ma per la netta connessione che esiste tra mal di schiena e reni.


Marjariasana, la posizione del gatto

Iniziamo con un esercizio alquanto comune sia nella ginnastica occidentale classica sia nell'antichissimo yoga. Si tratta di quella posizione che prende il nome di marjariasana, anche dettaposizione del gatto.

Si tratta di stare in quadrupedia e attivare un movimento che spinge le lombari verso l'alto quando la testa scende e, viceversa, far salire la testa mentre si inarca la schiena e si lascia andare tutto l'addome.

I benefici di questo esercizio sono molteplici: non ha solo effetti positivi sui dischi intervertebrali - scioglie infatti tutta la schiena - ma anche sugli organi interni; se eseguito sul lungo periodo,regolarizza anche i dolori mestruali.

Le ginocchia, quanto ad apertura, devono più o meno corrispondere al bacino e le braccia devono stendersi contro il pavimento. Si dovrebbe cercare di sciogliere qualsiasi tensione al collo. È importante, durante l'esecuzione, richiamare e attivare anche i muscoli dell'addome.




Posizione di raccoglimento


Passiamo al secondo esercizio che si esegue cercando una posizione ranicchiata del corpo a partire da una sdraiata a pancia all'insù. Più o meno si tratta di raccogliersi e chiudersi portando le ginocchia al petto.

Ci vuole molto ascolto e esecuzone sapiente del movimento per non andare a infastidire le vertebre e non sarebbe male farlo con un tappetino morbido a terra. La posizione ranicchiata andrebbe mantenuta per 20 secondi. Sconsigliata per chi ha avuto problemi seri a livello del sacro.




Allungamento in avanti


Questo terzo esercizio è di puro allungamento e lo si può compiere dalla posizione seduta. Le gambe sono divaricate e in fase di espirazione si piega il busto in avanti e si lasciano andare le braccia.

Un buonissimo test per eseguire al meglio questo esercizio consiste nel notare se i muscoli facciali sono rilassati o meno; le guance dovrebbero essere pesanti. Si torna in posizione seduta inspirando. Questo esercizio permette davvero di rimuovere qualsiasi tensione a livello cervicale.




Fonte : Cure Naturali.it
Marilina Lince Grassi

Nessun commento:

Posta un commento