domenica 6 aprile 2014

CHI AMMINISTRA "AMMINESTRA" - MA CI FANNO O CI SONO? LO SCHIFO NELLO SCHIFO


Vengo a scoprire cosa? Che il Comune di URBINO, EX- CITTA' UNESCO, e ribadisco EX-  cosa fa?  Mette un avviso tappezzando tutta URBINO nel quale dichiara che darà  "LE CHIAVI DELLA CITTA'"  come CITTADINO ONORARIO a chi?  A  MAURIZIO FALLACE...
Direte voi:  e chi è questo? Presto detto... ma prima di farlo voglio mettere a  conoscenza di tutti che questi miei ARTICOLI "DENUNCIA" li faccio perchè ho promesso a tanti genitori che hanno i bambini malati di malattie rare (quelli che sperano in STAMINA) e che si sono visti negare i documenti di stato civile, quali anche MAPPE GENETICHE, dei loro antenati, senza i quali i medici non possono dare cure mirate ai loro figli, ne' tanto meno a tutti i malati in questione (sempre colpiti da malattie rare), dcevo che voglio farvi leggere un messaggio che mi è stato inviato in privato poco tempo fa, per farvi comprendere l'importanza di tutto questo. Sto combattendo contro mostri senza cuore, che per due soldi si venderebbero anche la madre. Sono persone senza scrupoli, che se ne infischiano se la gente muore, se i bambini muoiono per colpa della loro mal gestione (ma per me sotto c'è ben altro più grosso).
questo il messaggio accorato:
Ciao Emanuela, sono qui all'Ospedale che hanno ricoverato mio marito con trattamento obbligatorio ... ha tentato di suicidarsi , non sopportava la perdita di nostra figlia, non ha retto . Avrà bisogno d'aiuto e io sarò al suo fianco. Sarò forte , lo devo a  mia figlia, lei avrebbe voluto che non mi lasciassi andare, che andassi avanti . Ma per ora non ci riesco , è tutto cosi' pesante. Quando mi sveglio mi chiedo per chi sto vivendo , per chi devo lottare ormai. Sono a pezzi e piango tutti i giorni. Piango lacrime vuote. Volevo ringraziarti che lotti per tutti i bambini ricoverati negli ospedali, in attesa di un medico che dica "abbiamo documenti , sappiamo come curare le malattia " e invece è un susseguirsi per ora di risposte di questo tipo " la malattia si è aggravata e senza documentazione non possiamo fare nulla "spezzando la serenità dei genitori. Spezzando l'equilibrio delle famiglie. Devo ringraziarti anche per aver mantenuto il mio anonimato e spero che continuerai a mantenerlo. Ho gia la vita distrutta in maniera irreversibile... e non riesco a fare altre battaglie. Mi sono arresa. Ho perso una figlia. ma gli altri genitori ANCORA NO. e quello puoi evitarlo solo tu . Ho letto l'articolo LA BOMBA STA PER ESPLODERE- INVIATA DENUNCIA CON RELATIVA DOCUMENTAZIONE. è fatta benissimo. Sono sicura che la Corte dei Conti ti darà ascolto Emanuela, che approfondirà le cose. Chiederanno spiegazioni e ho bisogno di sapere che tu non parlerai di me. Ma parlerai dei genitori , dei loro figli che devono avere documenti. Mio marito ha promesso che tenterà di ammazzarsi di nuovo e io non ho la testa apposto. Se si muovono chiederanno dove sono i documenti i ... e non li troveranno sicuramente... e non trovandoli non troveranno neanche i documenti generazionali di oggi . Ma saranno puniti per complicità al crimine per infanticidio. E' questa la tua arma.. che loro sono senza armi . e non hanno nulla in mano. Il giorno che vedrò che ce l'hai fatta, per mia figlia, per mio marito, per Michele, per Franco, per Davide, per Elisabetta e tanti altri nomi dei figli di altri genitori ... andrò alla tomba e abbraccerò il terreno in tuo onore. urlerò di felicità. Non ho messo nessun se e nessun ma, perchè tu ce la farai. aspetto una tua risposta prima di dedicarmi completamente a mio marito finchè non starà bene....

Adesso che sapete di cosa si tratta, visto che fin ora, forse per colpa mia non lo avete compreso bene,  vi spiego chi è MAURIZIO FALLACE.. colui che sarà nominato CITTADINO ONORARIO... Ma quello che non sapete è il perchè: PER IL FONDAMENTALE RUOLO VOLTO PER LA TUTELA E LA VALORIZZAZIONE DELL'ARCHIVIO DI STATO DI URBINO...  Dovrei ridere, piegarmi in due, ma non ce la faccio, non in questo caso.  Per me lui è solo un capro espiatorio, colui sul quale cadranno tutte le magagne di questa sporca storia che dura da anni.
Per comprendere bene schematizzo gli estremi cronologici della direzione generale di FALLACE e del Sindacodi Urbino  Corbucci:
Maurizio Fallace, Direttore Generale per gli Archivi dal 2004 al 2007, per poi insediarsi alla Direzione Generale delle Biblioteche fino al 2010-2011, anno di pensionamento. -Franco Corbucci, sindaco del Comune di Urbino , in carica dal 2004 fino alle amministrative maggio 2014. Entrambi hanno gestito le vicende documentali partite nel 2005 del Polo archivistico con sede in  Palazzo Gherardi di proprietà dell’amm. Comunale di Urbino
La Vicenda M. A. detonatore della scomparsa degli Archivi del Novecento, “contenuto” del Polo Archivistico; per poi scoprire la vicenda della Sezione Archivio di Stato di Urbino: appalti per Palazzo Chiocci, nuova sede della Sezione mai realizzata/trasferimento della Sezione nella Scuola Elem Pascoli di proprietà sempre dell’amm. Comunale.  Tutto questo presentato regolarmente nella denuncia alla Corte dei Conti di Ancona- ( per cui tutto regolarmente documentato). si  SOTTOLINEA che nel 1° documento inviato da M.A. – nella denuncia fatta a Paolo Carini – si cita il nome di FALLACE, Direttore Generale al quale Graziella Berretta ha inviato sua relazione dell’11 maggio 2007, a seguito della denuncia presentata da M.A. a Roma il 20 luglio 2005.
 I cittadini che leggono le motivazioni della cittadinanza onoraria non sanno che FALLACE è STATO DIRETTORE GENERALE PER GLI ARCHIVI FINO AL 2007. I cittadini prendono atto che FALLACE è stato DIRIGENTE del Ministero – quindi si PARLA DI UNA SITUAZIONE RECENTE che non sottintende che sono Passati 7 anni – ed e stato talmente “bravo” che merita la cittadinanza onoraria. Le persone comuni alla lettura del manifesto deducono che FALLACE ha fatto qualcosa a  beneficio della città ducale e per questo il Sindaco CORBUCCI gli OFFRE LE CHIAVI “.
Mentre Fallace era alla direzione generale per gli ARCHIVI, con sede a ROMA, sono spariti tutti i documenti di quasi 90 ANNI DI STORIA CIVILE DI UNA INTERA CITTA' (URBINO) - che fine hanno fatto? Quale motivo di fondo far sparire UN SECOLO di storia di una città UNESCO, ricca  di cultura e di personaggi famosi? COME SE URBINO PER UN SECOLO FOSSE STATA UNA CITTA' FANTASMA?
E per quale motivo si impedisce ai comuni cittadini l'accesso ai documenti che PER LEGGE devono essere alla portata di chi li richiede?
Come mai il MINISTERO DEI BENI CULTURALI che ha la gestione e il controllo di tutti gli archivi di Stato Nazionali e soprattutto il controllo dei beni culturali  (come per esempio POMPEI) e della cultura ITALIANA (intesa come il nostro petrolio per la sua importanza)  non è mai stato oggetto di indagini  per la gestione degli appalti, dei progetti ad essi relativi? L'importanza degli ARCHIVI è fondamentale, contengono le NOSTRE RADICI, la NOSTRA STORIA e senza di essi, anche i monumenti non avrebbero senso di esistere se non si ha un cartaceo documentale di cosa rappresenta il monumento e  chi lo ho ideato.
Per  me questa "onoreficenza"  è tutta una copertura per l'inchiesta in corso da parte della CORTE DEI CONTI, inchiesta partita dopo la seconda denuncia presentata il 16 dicembre 2013  (il cui testo completo lo troverete nella pagina EDITORIALE di questo giornale con il  titolo LA BOMBA STA PER ESPLODERE-INVIATA  DENUNCIA CON RELATIVA DOCUMENTAZIONE).
Una domanda che tutti si porranno è: COME MAI I MASS MEDIA NON NE PARLANO? UN FATTO COSI' GRAVE AVREBBE DOVUTO ESSERE NELLE PRIME PAGINE DELLE PIU' IMPORTANTI TESTATE GIORNALISTICHE ITALIANE... invece, come sempre SILENZIO ASSOLUTO, IL POPOLO "NON DEVE SAPERE"....
A voi le conclusioni, le mie le ho già tratte.
Emanuela  Rocca

da Agorà News On Line -  www.agoranewsonline.com

http://www.agoranewsonline.com/1/cronaca_3397585.html

Nessun commento:

Posta un commento