venerdì 1 aprile 2016

La mia pausa di riflessione positiva

Durante questo ultimo periodo ho avuto bisogno di riposo mentale dai problemi e dallo studio. Ho deciso così di allontanarmi un po' dal mio solito ambiente , anche a causa delle allergie che arrivano durante questa stagione, ma senza allontanarmi troppo. E dopo un soggiorno a Varazze, sono capitata per caso in un Residence a Spotorno . Devo dire che già il primo impatto è stato positivo per merito della signora Gianna che mi ha fatta sentire subito a mio agio nonostante io sia arrivata a sera inoltrata e senza preavviso. Poi , l'incontro con la signora Anna Maria Lattanzi mamma di Gianna mi ha completato la sensazione piacevole di trovarmi in un luogo dove la classe e l'esperienza sono i cardini del funzionamento dell'albergo.

Il  Riviera Hotel nasce nel 1949 sulla villa della famiglia Galliolo di Spotorno grazie allo spirito imprenditoriale della signora Anna Maria, una donna molto in gamba di 87 anni, dotata di una classe e savoir faire ormai rari che con l'eleganza di un tempo ormai lontano ma sempre molto gradevole da riscontrare e mai demodè, riesce a far sentire gli ospiti come a casa propria con quella semplicità che però fa appunto la classe . A me ha personalmente ricordato la mia adolescenza e anche il mio periodo di scuola Alberghiera specialmente quando il fu Prof. Mangiarotti che all'epoca mi fece da insegnante, mi raccontava di quando lavorò come direttore in alcuni alberghi Hilton , all'estero ( ma sto parlando di un periodo che risale alla notte dei tempi e forse nessuno o pochi potranno capire ciò che tutto questo mi ha rimosso ). Anche il cibo è ottimo grazie allo chef Angelo Costa, medaglia d'oro di cucina oltre che  di numerose altri premi internazionali , servito sopra un tavolo molto ben apparecchiato e... con posate d'argento in base alla scelta della signora Anna Maria che come dice, punta molto sulla qualità.
Immagino che i miei lettori penseranno  : Chissà quanto avrà pagato!! Beh , vi stupirò dicendovi che la cifra in questo periodo è di 50 euro pensione completa.
A me lo stupore invece ha colto all'inverso, nel senso che quando sono arrivata appunto in  tarda serata, la signora Gianna mi ha accolta  dimostrandomi subito simpatia poi quando le ho chiesto di vedere la camera e di indicarmi il prezzo e ho valutato che mi andava bene, con la mia abituale circospezione ho iniziato la mia opera di ambientamento. Man mano che ho iniziato a muovermi all'interno della struttura, ho scoperto nei particolari queste note di classe che mi hanno riportato come dicevo, indietro nei miei tempi. Mi ci voleva questa per me rarissima pausa di riflessione!

Marilina Lince Grassi








Nessun commento:

Posta un commento