sabato 29 giugno 2013

Parole,parole,parole...di Giovanna Lucchini

Parole, parole, parole e ancora parole. Anch'io avevo un figlio fuciliere del San Marco , ma quando per un esaurimento nervoso nella caserma di Brindisi , rimase paralizzato per paraparesi spastica e sospetta sclerosi multipla , il Ministero della Difesa si è sbrigato a congedarlo. A fronte di questa terribile esperienza, ben consapevole che non sono gli Uomini al centro delle Forze Armate, ma interessi che non ci saranno mai confessati, mi sento di dire che purtroppo la faccenda dei Marò non si concluderà a breve, ma solo quando lo vorranno. Povere mogli e figli che attendono fiduciosamente...........Spero per loro che possano avere più fortuna di quanta ne abbia avuta io. Da non sottovalutare, che mio figlio era nella stessa caserma di Nicola Farfaglia il militare che si è suicidato a Roma , sull'altare della patria mentre era di servizio per la SOC (Servizio Ordine Capitale
Giovanna Lucchini

Nessun commento:

Posta un commento