giovedì 20 novembre 2014

I nemici dei #Marò, il bugiardo per eccellenza : Matteo Renzi


20 novembre 2014, superati i mille giorni di sequestro.


Nel paese della bugia, la verità è una malattia.
Gianni Rodari


"E' evidente che queste occasioni sono preziose perche' danno la possibilità di ristabilire un rapporto diretto tra leader: noi stiamo seguendo con grande attenzione la vicenda dei due maro', nel rispetto di una grande querelle internazionale ma bisogna evitare di rinfocolare la polemica e rispettare quanto stabilito. Faremo tutto quanto e' possibile".

Queste le parole di Matteo Renzi rispondendo a Brisbane ai giornalisti dopo l' incontro col suo omologo indiano Narendra Modi, ha poi aggiunto di volere maggiore silenzio sulla vicenda, non gli basta il silenzio tombale creato, non gli basta che nemmeno un nome dei responsabili è venuto fuori, non gli basta che la stampa italiana faccia da cassa di risonanza a lui e agli altri responsabili, no, lui vuole propinare alle masse l' ennesima cazzata interstellare, lui vuole continuare a coprire la svendita delle acciaierie italiane a Taranto e Piombino, lui vuole coprire gli affari milionari tra fincantieri e la marina militare indiana, lui vuole occuparsi solo di svendere il più possibile la Nazione e dei Marò... se ne frega altamente.

Basta ascoltare le sue parole, misurare i suoi intervalli nelle parole emesse per dar fiato alla bocca, il suo non guardare in faccia i giornalisti che reggono i microfoni, non serve rivolgersi al protagonista del telefilm " Mentalist", è evidente che sta sparando fior di fesserie e luoghi comuni in una pirotecnica fantasmagoria di nulla assoluto, ascoltatelo voi stessi cari lettori, guardatelo girare gli occhi al cielo mentre pensa  " come devo prendere in giro il popolo ".

“Per me odioso, come le porte dell'Ade, è l'uomo che occulta una cosa nel suo seno e ne dice un'altra.” 
Omero



3 commenti:

  1. Marcello Moreli20 novembre 2014 18:13

    Niente di originale, segue la strada tracciata da Monti, Di Paola, Passera (aggiungo Terzi ma è una mia opinione personale), Letta, Mauro, Bonino. Con la sua capacità comunicativa riesce con più facilità a prendere per i fondelli gli italioti. Questa è la sola novità!

    RispondiElimina
  2. Alla vergogna, caro Antonio non c'è mai fine.!
    Dovrebbe vergognarsi a chiedere di evitare polemiche.
    Questi nostri atti, sia reali, che virtuali servono eccome.
    NON SONO POLEMICHE.
    Oltre la beffa, il danno.
    Non solo sono stati calpestati tutti i principii che formano l'etica di qualunque convivenza sociale, ha calpestato anche la dignita' di chiunque còltivi valori che di certo non appartengono a chiunque, ora sia in quest' altro Governo di non eletti.
    Poi.........tacesse su Modi, si sono incontrati per meno di dieci minuti.
    Tacesse e non imponesse a tutti stampa compresa , (anzi..sembrava una INTIMAZIONE),il silenzio sulle loro malefatte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie del suo commento con cui concordo Sig.ra Monica, del resto sembra che degli ultimi tre governi nemmeno uno smentisca la frase di Gianni Rodari " Nel paese della bugia, la verità è una malattia. "

      Elimina