lunedì 22 settembre 2014

Marò :Passera attacca Terzi

Roma, 22 set. (TMNews) - L'ex ministro per lo Sviluppo Economico,
Corrado Passera, è tornato a parlare oggi della gestione da parte
del governo di Mario Monti del caso di Massimiliano Latorre e
Salvatore Girone, i due marò trattenuti in India, respingendo le
accuse dell'allora titolare della Farnesina Giulio Terzi sulla
decisione di rispedirli in India dopo un periodo di ferie in
Italia."Quello che dice Terzi è assolutamente falso, la decisione
è stata unanime, lui stesso ha votato a favore di questa decisione
ed era una decisione giusta. Quando un paese dà la sua parola e
lo mette per iscritto non può rinunciare facendo perdere al
proprio Paese per sempre ogni credibilità", ha detto Passera a
Mix24 di Giovanni Minoli su Radio 24, commentando le accuse di
Terzi, secondo il quale Passera e Monti hanno deciso di rimandare
in India i marò per paura di ritorsioni economiche."Gli americani
al Cermis non hanno fatto così", ha commentato
ancora Passera. "Gli americani non hanno riconsegnato i loro
piloti e noi non avremmo dovuto riconsegnare i nostri marò. Il
primo degli errori è stato proprio di fare tornare la nave in
porto e di far scendere dalla nave i nostri marò", ha aggiunto. E
sulla paternità della decisione, Passera è stato chiaro: "Diciamo
che Esteri e Difesa non hanno dato le indicazioni giuste", ha
concluso.

Nessun commento:

Posta un commento