mercoledì 3 dicembre 2014

I nemici dei #marò : ritorna la disinformazione di Abbo



Gāthā di Zarathuštra,
Due Spiriti primi sono il Bene e il Male, la Verità e la Menzogna: ai seguaci del primo toccherà in sorte la Vita e la Migliore Esistenza mentre i seguaci del secondo otterranno la Non-Vita e la Peggiore Esistenza
( Avestā, Yasna. XXX,3-4 )

Puntuale come un cronografo svizzero, ecco ripresentarsi il cucù del famosissimo esperto internazionale titolare di cattedra di spiattellamento su ... youtube, profondo conoscitore di acque internazionali e di diritto marittimo, avvocato difensore della ragione ... indiana, ecco a voi il Comandante Diego Abbo.

Dopo l' ormai famosa ( o meglio famigerata ) perizia sullo spiattellamento dei colpi sparati, non sulle acque di una placida spiaggia o di un calmo lago come ciottoli dalle mani di un bambino, ma bensi' sulle onde di un oceano e per di più lanciati da un altezza di circa 22 metri il buon Abbo si ripresenta con la sua disinformazione alla vigilia della sessione della Supreme Court Indiana prevista per il 12 dicembre riguardo ai nostri Fucilieri di Marina ormai da tre anni sequestrati senza una prova a carico.
Ed ecco la genialità di quest' uomo comparire sulla scena per risolvere il caso, tramite le colonne di " Rinascita, quotidiano di sinistra nazionale " apprendiamo che :
Il giorno 24 novembre 2014 il Signor Diego Abbo, Ufficiale in servizio della Marina Militare Italiana ha presentato, in merito alla vicenda marò una querela denuncia al tribunale di Roma in cui dimostra che l’India non ha violato nessun obbligo di diritto internazionale mentre le competenti istituzioni italiane hanno tenuto una condotta omissiva nell’applicazione degli obblighi dell’UNCLOS violando il diritto internazionale secondo la Convenzione di Vienna sui trattati. "
fonte : http://www.rinascita.eu/index.php?action=news&id=23638
Sono sparite le manipolazioni indiane, non vi è traccia di quanto affermato da Noviello, il comandante in seconda testimone dei fatti accaduti sulla Enrica Lexie che dice : 

Ci piacerebbe sapere cosa ne pensa la Marina Militare al riguardo e sopratutto perchè gli viene permesso di friggere l' aria, parafrasando Carmelo Bene  "Un grande attore frigge l'aria senza lasciare odore." ma a nostro avviso nell' aria si spande nuovamente un nuovo odore di disinformazione...  nell' aria vi è un odore nausebondo pari a quello emanato dai cumuli di letame prima della concimazione dei campi.

La cosa interessante è anche vedere la sua claque sui social network, abbiamo di tutto in questa corte dei miracoli, dagli alias più incredibili Gino,Pio, Paul eccetera alle casalinghe sufragette, abbiamo Ufologi di tutto rispetto che sposano le sue tesi
come riportato in questo vecchio articolo dell' Opinione di Arturo Diaconale ( quello del tribunale Dreyfuss per intenderci ), L' Onorevole Falco Accame si è maritato con l' Abbo : http://www.opinione.it/politica/2014/01/29/capone_politica-29-01.aspx


questo invece è uno studio completo che scagiona totalmente i Fucilieri :



Cercando in rete ecco spuntare un interessante articolo su questi signori : 

Marò i nomi dei disinformatori al servizio dei servizi deviati.
Un operazione sporca studiata a tavolino e fatta partire con la complicità di potenti gruppi economici e gerarchie politiche.
Si crea una fonte in India e si cercano delle fonti in Italia.Si cerca il massimo esponente per creare una negazione dell’azione che si andrà a fare.
E si parte con l’azione.
Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano accoglie i marò al Quirinale dopo aver ignorato totalmente la vicenda per quasi un anno,li accoglie in un permesso natalizio ottenuto dai marò dalle autorità indiane.
A questo punto la fonte indiana comincia a scrivere di eroi e di martiri di fascismo e di comunismo,lui è comunista gli altri son fascisti e questo è il problema dell’Italia.
Grazie alla fonte i poteri forti riprendono e diffondono la notizia,una volta creato il nemico (i Fascisti) si possono scatenare i buoni(i comunisti) ed ecco che parte l’operazione di disinformazione.
I giornali dei poteri forti denunciano la presunzione di alcuni cittadini che sono indignati di fronte alla vicenda,nonostante nessun parlamentare abbia fatto interrogazioni,conferenze stampe e denotato interesse per la vicenda,ad eccezione di La Russa che vede nella vicenda la possibilità di uso politico,propone addirittura di candidarli andando a legittimare l’operazione partita.
Tra i giornali più attivi si segnalano l’Unità,l’Espresso Repubblica,il Manifesto e il fatto Quotidiano,dove ad eccezione di Marco Travaglio che non si è presentato in questo sporco gioco danno un esempio di disinformazione allo stato puro.
Vogliono convincere gli italiani che i marò sono colpevoli,non parlano mai di diritto internazionale di regole ,non ricostruiscono la vicenda ,ma insistono tutti su un punto quello di dire e ribadire che i marò sono colpevoli e che il tutto è avvenuto in acque indiane e viene fuori l’esempio dei pescatori sicileani sparati mentre pescano in Italia per sollevare l’indignazione popolare.
E l’azione si diffonde in rete se chiedi dei marò sei fascista ,di destra,sei un militare se dici che sono degli assassini sei un buon comunista,degno di cantare bella ciao,anche se la stessa viene cantata in parlamento dopo il regalo dei 7 miliardi e mezzo dati alle banche.
Assassini viene gridato ovunque in ogni gruppo dove si parli dei marò,ma a un certo punto dall’India arrivano altre notizie La Corte Suprema togli al Kerala la giurisdizione del caso e si scopre che queste acque non erano territoriali ma contigue,i grandi giornalisti e giornali smettono di dire quello che avevano detto e cominciano ad allargare il discorso e a questo punto cìè bisogno di un sostegno ed eccoli pronti ad apparire altri due campioni l’eroe dello spiattellamento e l’ammiraglio di sostegno.
Matteo Miavaldi è la fonte indiana Diego Abbo e Fulvio Accame sono le new entry.
Addirittura viene coinvolto un grande giornalista non di parte per dimostrare che questa porcata costruita sia la verità,nel blog di Gianni Lannes appaiono gli ARTICOLI DI Miavaldi e Accame per dimostrare a tutti quale sia la vera informazione .
Aggiungo alla domanda di chi ha dato gli ordini voglio sapere chi ha costruito e gestito questa operazione. Tirate fuori i nomi.

Ci chiediamo infine a che gioco sta giocando il buon Abbo ? 

Ci troviamo di fronte ad un altro burattino usato dal burattinaio che non vuole si rivelino i colpevoli di questo sequestro ?

Ci troviamo di fronte a un profittatore che sta pressando l' opinione pubblica in modo da far condannare i nostri Fucilieri ed averne in cambio qualcosa ?

siamo certi solo di una cosa, i nostri Marò sono innocenti ed illegalmente sequestrati da oltre 1000 giorni... e 

li vogliamo a casa LIBERI SUBITO ! 

Nessun commento:

Posta un commento