martedì 23 dicembre 2014

#iostoconimarò LETTERA PER SALVATORE GIRONE, di Graziella Sozzi

Sono le 12,30 del 25 Dicembre 2014, giorno di giubilo, dicono che sia nato il Salvatore!!! Tra mezz'ora pranzerò con i miei familiari ed amici, ci scambieremo auguri (?), mangeremo il panettone. Ma il pensiero di te, non mi abbandona! 

Così lontano dalla tua terra, dai tuoi amici, dalle tue sicurezze, dal tuo clima; trattenuto con una motivazione non valida, costruita a tavolino da dei potenti che decidono della tua vita. Quegli uomini divenuti potenti tramite la fiducia degli Italiani, tra cui anch'io, fiducia che non meritavano perché corrotti, ladri, parassiti e letteralmente ignoranti; gente qualunque, anzi tra la peggiore, che usa il potere affidatogli solo per profitto. 

Non so come potranno oggi, con le loro bionde messe in piega appena fatte, i sorrisi di denti perfetti, scambiarsi regali costosi e brindare con il miglior champagne……a cosa??!!! Al loro fallimento?! Ad un'Italia che affonda?! Ad un ragazzo (e non è l'unico) lontano e venduto?! Mi risuona nella testa la tua voce di quando hai perso la pazienza e la speranza: "……abbiamo ubbidito ai vostri ordini, e siamo ancora qui!" Non devi più obbedire a questa gente, usano la tua obbedienza contro di te. Dite tutti e due la verità: obbediamo per paura di ritorsioni verso le nostre famiglia e verso noi stessi, perché è l'unica cosa che i signori saprebbero fare e farlo anche molto bene!! 

L'obbedienza va meritata e non mi sembra che ci sia nessuno che la merita, se non Voi stessi e la Vostra etica. Non so che dirti Salvatore, farti gli auguri tra milioni e continua a combattere la tua guerra senza ascoltare ed obbedire, ascolta il tuo cuore, obbedisci alla tua intelligenza, non sei e non sarai mai solo, milioni di Italiani sono con te e combattono per te. Non so se leggerai questa mia lettera, ma se non la leggerai tu la leggeranno quegli Italiani che la pensano come me e che si ritrovano in queste parole…..la leggeranno anche quella specie di italiani sempre pronti a pugnalare il fratello, l'amico…..ma loro non capiranno!!! Tu sei colpevole d'innocenza, reato grave in Italia. 

Buon Natale Salvatore, ovunque tu sia, da tutti gli Italiani come me. 

Graziella Sozzi

Fonte: https://www.facebook.com/graziella.sozzi.5

https://www.facebook.com/events/527628090714800/?ref=48&source=1

Nessun commento:

Posta un commento