sabato 27 dicembre 2014

#iostoconimarò, Marò e il rinnovo missioni anti-pirateria



27 Dicembre 2014, il sequestro continua...

chiediamo " azioni concrete e segnali forti "

Siamo in prossimità del voto per il rinnovo alle missioni antipirateria ( in agenda il 31 dicembre ) a dir la verità sono molto scettico che il parlamento prenda la decisione di sospendere le missioni come accennato nel precedente emendamento sulla proposta del Leghista Pini a settembre, già allora l' On. Pini aveva avuto il fegato di proporre lo stop alle missioni, ma poi i valenti parlamentari avevano ignorato il sequestro dei Fucilieri di Marina  Latorre e Girone ( come sempre del resto dalle precedenti legislature ) e la montagna partori' il topolino...

"la partecipazione dell’Italia sarà valutata in relazione agli sviluppi della vicenda dei due fucilieri di marina del Battaglione San Marco attualmente trattenuti in India"
Si parla di due missioni di contrasto alla pirateria marittima al largo delle coste somale,
( operazione Atalanta, decisa dall’Unione Europea, e quella voluta dalla Nato, Ocean Shield. )

Il 3 settembre u.s. Elio Vito, presidente Commissione Difesa della Camera  dichiarò che :
Le commissioni Esteri e Difesa della Camera hanno dato il via libera alla riformulazione dell'emendamento Pini: la partecipazione dell'Italia alle future missioni anti-pirateria, una volta concluse quelle ancora in corso, sarà legata alla soluzione della vicenda dei marò.

Mentre la proposta originaria dell' On. Gianluca Pini recitava :

"Se i Marò non faranno immediatamente ritorno a casa, il Governo deve ritirare l’appoggio alle operazioni anti-pirateria nell’oceano indiano.
La partecipazione di personale e mezzi militari italiani alle missioni antipirateria dell’Ue (Atalanta) e della Nato (Ocean Shield) è sospesa, fino alla completa definizione del contenzioso che oppone Italia e India.  
La misura è colma, è tempo di azioni concrete e segnali chiari e forti. Se soluzione internazionale dev’essere, non staremo un minuto di più a prestare aiuti a chi non ce ne garantisce."

La richiesta che facciamo al Presidente Vito e a tutti i parlamentari è solo quella di tener fede a quanto da loro dichiarato, in caso contrario sarà chiara la loro posizione, ovvero l' ennesima presa in giro verso gli elettori.

#iostoconimarò
Antonio Milella



TAG:  #iostoconimarò - marò - massimiliano latorre - salvatore girone - missioni anti pirateria - elio vito - commissione difesa -  



1 commento:

  1. Anche io sto con i marò sia perché è palese, confrontando il filmato originale indiano con quello scritto nei giornali dopo l'arresto dei 2, che i pescatori non la raccontano giusta, sia perché chiedere l'inversione dell'onere delle prove è segno che qualcosa nell'impianto accusatorio non gira bene. E credo che la parola dei 2 valga di più di quella di molti politici italiani e indiani e men che meno, dopo che mi sono fatto tradurre il filmato, quella del capopesca...e non perché sia nazionalista.
    Quello che però mi lascia perplesso è il perché nella maggioranza degli articoli non viene mai scritto quello che costa l'India per l'Italia: fra i vari milioni che la UE mediamente stanzia a favore dell'India (che ha la bomba atomica) circa 120 milioni di euro sono dati dall'Italia e pagati con nostre/mie imposte e non sembrano calati da 3 anni a questa parte! Ma perché dobbiamo elargire soldi ad una nazione che ci tratta a pesci in faccia? Qualcuno potrebbe approfondire la questione che penso interessi a molti? Parliamoci chiaro ... si parla tanto dei 5 milioni di dollari per i marò e continuiamo a pagarne fiumi per la stessa nazione che li ha sequestrati?

    RispondiElimina