giovedì 4 dicembre 2014

#iostoconimarò, MANDIAMO UNA LETTERA AI POLITICI ITALIANI



Questa lettera a sostegno dei due fucilieri del Reggimento San Marco, che si trovano da quasi tre anni in India accusati ingiustamente di aver causato la morte di due pescatori indiani. dovrebbe venire recapitata a tutti i politici italiani affinchè questa storia abbia finalmente una giusta fine. 
Tre anni e niente è stato ancora fatto? ma che politici abbiamo? ... già, non dovrei neppure chiedermelo vedendo e leggendo cosa "combinano" e dove ci hanno portato! 
Questi cari signori si sono insediati giurando sulla Costituzione di operare per il bene della Nazione e dei suoi abitanti, .... ma lo sanno o sono convinti che: "a noi tutto è permesso"?
Io credo che questa lettera deva raggiungerli tutti (e-mail, lettere, profili Facebook, Twitter, ... e ogni altro mezzo di comunicazione).
E' stato creato, per questo, anche un'evento  apposito dove si chiede, a tutti quelli di buona volontà, di partecipare e di collaborare spedendo più lettere possibile fino a sommergerli.
Si dirà che queste "letterine" non servano a niente e che verranno cestinate ma sicuramente verranno anche lette e, se saranno tante, capiranno pure di non ignorarci perchè "il numero" per la politica conta molto (anche se da qualche anno fanno da soli). 
In fondo partecipare a questa "azione" non costa poi molto.


Egregi Senatori, Deputati e Politici tutti,
in vista del prossimo Natale vogliamo avere fiducia.
Vogliamo credere che entrambi i nostri fucilieri, dopo quasi tre anni di sequestro e di giustizia negata, potranno finalmente trascorrere le prossime festività serenamente a casa propria.
Vogliamo credere che per Natale il loro rientro in Italia sarà definitivo.
Vogliamo avere fiducia perché rispetto ad un anno fa, anche se poco o niente è purtroppo cambiato in Italia e da parte vostra, le cose sono fortunatamente cambiate in India dove i registi politici del sequestro dei marò sono usciti pesantemente sconfitti alle ultime elezioni.
Vogliamo anche credere che, una volta rientrati i marò in Italia, le prove schiaccianti della loro innocenza - disponibili fin dal Giugno 2013 quando il giornalista Toni Capuozzo le portò in televisione - trovino finalmente il dovuto spazio anche nei vostri interventi e nelle vostre azioni dopo quasi tre anni di inconcludenza e ipocrisia.
Vogliamo credere che all'interno del parlamento italiano sentiremo presto da parte di chi tra voi – Senatori, Deputati e Politici tutti - ha ancora un'etica o una coscienza le parole: 'Salvo e Max, scusateci perché per conformismo e quieto vivere abbiamo preferito ignorare le prove della vostra innocenza!'.
Vogliamo credere che da parte di chi tra voi – Senatori, Deputati e Politici tutti - ha ancora un'etica o una coscienza arrivi presto il momento di dire all'opinione pubblica italiana: 'Scusateci perché, per coprire chi in questa storia ha pesantemente sbagliato, si è di fatto accettato che venisse oscurata la verità!'.
Nel frattempo vogliamo credere che, consci di quanto sopra, quest'anno rimaniate davvero vigili affinché ciò che deve accadere a breve in India accada davvero e di conseguenza anche Salvatore Girone venga fatto rientrare nei prossimi giorni.
Vogliamo infine credere che nessuno di voi pensi – Senatori, Deputati e Politici tutti - che si possa accettare un altro Natale senza Latorre e Girone entrambi in Italia con le loro famiglie!
(Nome Cognome)
Partecipante Evento Facebook "Candele e Lettere di Natale per Max e Salvo"

Nessun commento:

Posta un commento