lunedì 8 dicembre 2014

#iostoconimarò, Lettere di Natale per Max e Salvo



Di Cinzia Biagetti 

Caro Babbo Natale, chissà se ti ricordi di me, sono Cinzia la peste, quella a cui portavi sempre un gran bel regalo, ma d’accordo con tua moglie la Befana, mi donavi anche il carbone. E’dal 1976 che non ti scrivo; l’anno in cui, durante una delle mie spedizioni tra gli armadi di casa e gli alberi in giardino, scoprii due biciclette nascoste sotto il letto dei miei….beh in quel momento ho iniziato a sospettare che qualcosa non quadrava, ma per non rovinare la magia della festa, e non far rimanere male i miei, ti scrissi ugualmente una bella letterina, nella quale ti chiedevo proprio la bici che avevo scoperto, e ti invitavo a non portarmi più il carbone…era un messaggio subliminale per i miei .
Oggi a distanza di una vita e mezza, mi ritrovo qui a scriverti di nuovo, perché ho un desiderio grande! Come potrai notare la notte del 24 sul mio albero, tra gli addobbi ci sono due fiocchi gialli, perché attendo, attendo, attendo insieme a tanti italiani, da quasi tre anni, verità e giustizia per i nostri fucilieri Massimiliano e Salvatore. Sai in questi anni ho conosciuto tante brave persone che li sostengono, abbiamo cercato di non farli sentire soli, ed oggi nel mille ventitreesimo giorno di vergogna vorrei con tutto il cuore che Salvatore sia rimpatriato subito e che i nostri militari, ormai fratelli, siano definitivamente LIBERI ! 
Credo nella magia del Natale e spero che tu esaudisca quello che è il desiderio di tanti!
Cinzia.


fonte : https://www.facebook.com/events/527628090714800/?ref=29&ref_notif_type=plan_mall_activity&source=1

Nessun commento:

Posta un commento