venerdì 20 settembre 2013

La questione Marò, Letta e il suo "fare" ( a parole ) "disfare" (in realtà)


20 settembre 2013, giorno 579

Come tutti sanno la settimana prossima si aprono i lavori della 68° Assemblea Generale dell' ONU, un conclave che con frequenza annuale riunisce tutti i governanti mondiali e chiaramente affronta temi di importanza planetaria.

Come mai nell' agenda della delegazione italiana non vi è un riferimento alla questione Latorre/Girone ?


Sicuramente ricorderete le parole del nostro attuale premier riguardo alla vicenda di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, "il caso è una priorità per il governo"
( Infatti la regia è stata affidata all' inviato speciale Staffan De Mistura, che ad oggi continua a fare e disfare )

Ricorderete le parole del M.A. Esteri Bonino, "auspichiamo una soluzione Fast & Fair" ( nemmeno si è degnata di dirlo in Italiano, per chi non lo sapesse...  significa veloce ed equa,  infatti la regia è stata affidata all' inviato speciale Staffan De Mistura, che ad oggi continua a fare e disfare )

Ricorderete le parole del Ministro della Difesa Mauro,interessato più a farsi fotografare con i Fucilieri e poi a far dichiarazioni affidate alla sua pagina FB  :
.....ho parlato con i 2 militari al telefono e
non solo non sono in pericolo di vita, ma mi sono sembrati, per
quanto scossi e provati, comunque in buona salute
Fonte :https://www.facebook.com/pages/Mario-Mauro

Bene, siamo arrivati ad un punto in cui non vogliamo più essere presi in giro, siamo arrivati al punto di rottura, da oggi andremo a ribattere punto su punto tutte le dichiarazioni di comodo che ci propinano, vogliamo sapere i nomi di chi ha dato gli ordini il primo giorno della vicenda, vogliamo sapere chi li ha rispediti indietro dopo che l' allora M.A.E. Terzi dichiarò che sarebbero rimasti in Italia, vogliamo un inchiesta accurata al riguardo e i responsabili civili e militari processati !

Caro Premier Letta, il suo "fare" significa abbandonare i 2 fucilieri alle mani indiane ?


Caro Premier Letta, il suo "fare" significa che all' ONU non solleverete il problema ?
Come mai nell' agenda della delegazione italiana non vi è un riferimento alla questione Latorre/Girone ?

Come mai non vi opporrete con forza  a questa assurda imposizione indiana ?

Caro Premier Letta, il suo "fare" significa che dobbiamo pensarci noi ?

Caro Premier Letta da oggi porteremo avanti una serie di iniziative di protesta nei confronti degli attori di questa farsa ,( voi )


Il 13 ottobre, ( domenica ) viene istituita la giornata del digiuno nazionale pro marò.
una manifestazione civile e pacifica a cui tanti aderiranno per darvi uno schiaffo morale,
una manifestazione che dovrebbe farvi riflettere caro premier, ma tanto è... a voi non importa niente delle volontà del "popolo sovrano"

sedete tronfi a specchiarvi e a lodarvi, ma come nella famosa novella "i vestiti nuovi dell' imperatore", appena vi si vedrà nudi per quel che siete, vi rivelerete a tutto il popolo nella vostra reale forma, di certo i posteri vi ricorderanno come uno dei governi più illusori della storia della Repubblica, e giusto per ribadirlo con forza ecco il testo dell' evento/digiuno nazionale : 

Amiche ed amici, eccoci di nuovo a dover con un certo rammarico, prendere atto dei NON passi in avanti compiuti a sostegno della causa dei nostri Fucilieri del Reggimento San Marco bloccati in India dall'incomprensibile accanimento delle autorità locali e dall'inerzia delle nostre autorità e di quelle internazionali. Ci stiamo avvicinando alla settimana della 68esima Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il principale appuntamento per l'organo plenario del Palazzo di Vetro, prevista a partire dal 24 settembre. Nonostante la nostra mobilitazione, le nostre opere di sensibilizzazione e le prove di solidarietà nei confronti di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, la loro vicenda rimarrà, sembra, fuori dal Palazzo di Vetro. L'inviato della Farnesina, Staffan De Mistura, non sarà infatti a New York, e nell'agenda di lavori del ministro degli Esteri Bonino, seppur fitta, sembra non sia compresa la voce "Maro'". Questo nonostante le proposte fatte più o meno direttamente per perorare in questa importante sede internazionale la causa dei nostri militari, garantendo quanto meno la celerità della procedura giudiziaria e il rispetto delle leggi che regolano i rapporti tra i Paesi del nostro Pianeta. E invece nulla, almeno a quanto sembra. Vorremmo sbagliarci, lo vorremmo veramente tanto care amiche ed amici, ma se così non fosse bisogna che la nostra voce torni a farsi sentire più forte e decisa che mai. Non a parole ma a fatti. Perchè nel caso questa Assemblea Generale fosse orfana dei nostri Militari e digiuna di una causa che riguarda più che mai il diritto internazionale, a questo punto dovremo rispondere noi con un DIGIUNO. Si, avete capito bene, un giorno di DIGIUNO per i nostri Fucilieri tenuti in cattività da oltre un anno e mezzo, senza un giusto processo e con davanti l'ennesima scusa per rimandare ogni decisione sino alle elezioni indiane del 2014. Non si può più attendere e allora proponiamo un digiuno degli italiani in Italia (magari mobilitandosi anche di fronte alle sedi istituzionali opportune), e nel mondo che appoggiano questa nostra causa, il primo digiuno via web per sentirci tutti, ancor più di prima, uniti e solidali con Massimiliano Latorre e Salvatore Girone e le loro famiglie. E per far sentire a tutti i militari che si prodigano per la difesa e la sicurezza del nostro Paese che il popolo, questo nostro popolo, è con loro.

FONTE : https://www.facebook.com/events/1417046985185458/

La "Vera Italia " li vuole a casa... 

La "Vera Italia" non rimane impassibile..

Noi..."Andiamo Avanti " !



Nessun commento:

Posta un commento