domenica 1 settembre 2013

Onore ai Caduti Italiani


La politica è bandita da questo scritto

Leggete i numeri: hanno avuto degna sepoltura 34.461 riconosciuti e 40.389 ignoti per un totale di 70.850 soldati italiani di cui 1.779 decorati. Sono le cifre, da paura, dei nostri eroici soldati caduti oltremare e sepolti nel Sacrario di Bari.  
Erano soldati, Uomini che hanno difeso l'Onore dell'Italia, e come disse un certo Gen. Rommel dopo la battaglia di El Alamein: "...il soldato tedesco ha stupito il mondo, quello Italiano ha stupito il soldato tedesco....", ecco dove sono quei soldati.
Non mi va di fare retorica gratuita o del buonismo contingente, vorrei solo ricordare questi Italiani dai 20 ai 60 anni che hanno donato la vita alla Patria.
Girando per i corridoi di questo cimitero di guerra leggo, dove riportato, i nomi, le date di nascita, il luogo dove sono caduti, ed immedesimarsi nelle loro gesta, nelle loro paure, nei pensieri verso i loro cari, verso gli amici è talmente naturale che il pensiero di ritrovarsi nelle stesse situazioni è terrificante, soprattutto se si riportano ai nostri giorni...
Ragazzini di 20 anni, con la barba non ancora cresciuta, con un fucile in mano ed un nemico con la baionetta innestata che ti viene incontro... e poi i padri di famiglia, i nonni, gli zii, uomini che con le varie divise da bersagliere, fante, alpino, marinaio, carabiniere, finanziere, paracadutista...tutti fianco a fianco, a guardarsi e proteggersi, tutti con la maledetta paura e la conseguente scarica adrenalinica che ti prende in quei momenti...di vita o di morte...tua e del nemico...qualcuno ha dato questa definizione di eroe: ...eroe non è colui che muore per la propria patri, ma è colui che fa morire il nemico per la sua di patria...ed allora qui sono tutti eroi, quelli veri...

Ora mi chiedo se tra i nostri politicini di oggi, c'è qualcuno che abbia fatto il servizio militare, e che abbia visitato posti come questo in forma privata, senza media, reporter, telecamere ecc., c'è qualcuno?
Ho i miei dubbi, visto il comportamento che, definire vergognoso, non rende l'idea per come è stata svolta e si persevera nello svolgere, la ridicola ed ignobile farsa dei nostri due marò, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, detenuti ingiustamente in india per un fatto inesistente e non commesso, come oramai appurato e reso noto in diverse maniere, in tv, sui giornali, con libri. 
Ma nessuno di coloro che potrebbero davvero fare qualcosa, osa farlo. L'ordine assurdo del "low-profile" che secondo Monti/Terzi/DeMistura ed attualmente da Letta/Bonino/Mauro/Demistura avrebbe potuto far risolvere in maniera "rapida", ha portato ad oggi ad una speranzosa definizione di "equa e rapida soluzione", la differenza? Quell' equa che non ha alcun significato !!! 
Ad oggi sappiamo che i due fanti di marina sono stati accreditati presso l'Ambasciata d'Italia a dehli (il minimo che si potesse fare per loro), e che dopo 18 mesi le indagini sono ad un punto fermo, non si hanno accelerazioni di sorta, ne brevi ed eque soluzioni...

74.850 Uomini, a Bari, attendono di sapere oggi da Letta/Bonino/Mauro/DeMistura/Monti/DePaola, se il loro sacrificio possa essere servito a far capire come è davvero il Popolo Italiano.
Loro non sono caduti per vedere i loro colleghi di oggi processati in maniera equa, sono convinto che da lassù dove ora si trovano, vorrebbero davvero Giustizia, per tutti gli Italiani, e tra questi, oggi nel cuore di tutti noi, ci sono Massimiliano Latorre e Salvatore Girone...

Onore a tutti i caduti Italiani di tutte le guerre...

Noi non lasciamo indietro nessuno, mai !!!
San Marco !!!


1 commento:

  1. Vorrei, con tutte le mie forze, che questo scritto fosse condiviso da tutto il popolo italiano.Perchè un popolo, se è unito, se è forte, scrive da solo la propria storia. E, per i nostri ragazzi, questa sarà una pagina nera della nostra storia ma anche una pagina piena di dignità per le nostre Forze Armate. Che Dio ce le preservi.

    RispondiElimina