sabato 26 ottobre 2013

La Guardia Costiera Indiana ICG e l' UNCLOS


26 ottobre 2013, giorno 615
Basta soprusi indiani, rivogliamo i Fucilieri del San Marco a casa !


L' ente di registro navi della Sierra Leone in cui la nave appoggio antipirateria MV SEAMAN GUARD OHIO è registrata ha emesso una formale lettera di protesta al Guardia Costiera indiana ( ICG) per la " cattura illecita " e la detenzione  della nave .

Le navi vengono registrate in appositi elenchi di licenza per consentire loro di battere la bandiera del paese di registrazione . Questo permette alla nave in questione di viaggiare a livello internazionale sotto la bandiera di quella nazione e dà prova della proprietà e la conformità normativa . Una nave registrata non è un possesso extraterritoriale come è una nave da guerra . E ' bene mobile o immobile analogo a qualsiasi altro elemento di immobili sotto la protezione del Registro di sistema o Stato di bandiera extraterritoriale .

Secondo una lettera dell'ufficio del registro marittimo , la denuncia si concentra su quattro azioni separate  della Guardia Costiera Indiana  contro la MV SEAMAN GUARD OHIO, che opera legalmente sotto la bandiera della  Sierra Leone.

Le violazioni contestate sono racchiuse sotto  l'articolo 87 della Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare , o UNCLOS .

L' ICG ha detto di aver agito per " attirare illegalmente " la MV SEAMAN GUARDIA OHIO , che operava in acque internazionali  ( come definito dalla UNCLOS ) nelle acque territoriali indiane, ( anche esse ben definite dalla UNCLOS ), e poi ha illegalmente fermato la nave arrestando l'equipaggio senza il consenso del governo della Sierra Leone  e impedendo la libertà di navigazione della nave stessa.

La lettera precisa che: " Prima di essere attirati in acque indiane, la MV SEAMAN GUARD OHIO  serviva come piattaforma logistica galleggiante per personale di sicurezza armato (PCASP ) ovvero i membri del team per favorire i loro transiti a bordo di navi clienti della società AdvanFort  ( una società privata di sicurezza marittima con sede negli Stati Uniti) . "

La lettera continua: il registro navi della Sierra Leone chiede l'immediato rilascio del capitano, gli ufficiali e l'equipaggio della MV SEAMAN GUARD OHIO al fine di consentire alla nave di riprendere il suo viaggio e navigare liberamente nelle acque  internazionali, in conformità con lo status di diritto internazionale.

La nave , il cui equipaggio include otto indiani , è stata intercettata e fermata dalla Guardia Costiera indiana est di Tuticorin due settimane fa a seguito di una denuncia anonima che avvisava riguardo alla MV SEAMAN GUARDIA OHIO che  illegalmente trasportava armi e munizioni , e aveva acquistato 1.500 litri di gasolio " illegalmente " con l'aiuto di un agente di trasporto locale in violazione della legge sul controllo delle esportazioni .


Il noleggiatore della nave, la AdvanFort International, la società di sicurezza marittima , nega con forza entrambe le affermazioni.


fonte : http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.spyghana.com%2Fseizure-mv-seaman-guard-ohio-unlawful%2F&h=dAQHduVzC


An African ship registry under which the counter-piracy support ship MV SEAMAN GUARD OHIO is registered has issued a formal letter of protest to the Indian Coast Guard (ICG) for the “unlawful seizure and detention” of the vessel.
Ship registries license vessels and allow them to fly the flag of the country where registered. This allows the vessel in question to travel internationally under the flag of that nation and gives evidence of ownership and regulatory compliance. A registered vessel is not an extraterritorial possession as is a warship. It is extraterritorial chattel or property analogous to any other item of property under the protection of the registry or flag state.
According to a letter by the Maritime Registrar’s office, the complaint focuses on four (4) separate Indian Coast Guard actions against the MV SEAMAN GUARD OHIO, “which legally operates under the flag of our [Sierra Leone] Nation.”
The violations listed came under PART VIl, ARTICLE 87 of the United Nations Convention on the Law of the Sea, or UNCLOS.
The ICG is said to have acted to “illegally lure” the MV SEAMAN GUARD OHIO, which was operating in international waters as defined by UNCLOS into lndian territorial waters, also defined by UNCLOS, and then did illegally boarding and searching the vessel and detaining and arresting the crew without the consent of the Government of Sierra Leone, and preventing the vessel’s freedom of navigation.
The letter noted that: “Prior to being lured into lndian waters, the [MV SEAMAN GUARD OHIO] was serving as a floating accommodation platform for Privately Contracted Armed Security Personnel (PCASP) team members between transits aboard client vessels of the AdvanFort Company (a Private Maritime Security Company based in the United States).”
The letter continues: “[the] “Sierra Leone lnternational Ship Registry requests the immediate release of the of Master, Officers & and Crew of the [MV SEAMAN GUARD OHIO] in order to allow the vessel to continue on its voyage and freely navigate international waters in accordance with international law status.”
The vessel, whose crew included eight Indians, was intercepted and detained by the Indian Coast Guard east of Tuticorin two weeks ago following an anonymous accusation that the MV SEAMAN GUARD OHIO illegally carried arms and ammunition, and had purchased 1,500 litres of diesel “illegally” with the help of a local shipping agent in violation of the Export Control Act.
The vessel’s charterer, AdvanFort International, the maritime security company, strongly denies both assertions.

Nessun commento:

Posta un commento