venerdì 25 ottobre 2013

Il gioco delle tre carte !


25 ottobre 2013, giorno 614

E ci risiamo, un altro giorno in cui si continua a giocare sulla pelle dei nostri uomini,dopo i viaggi con orecchiette di De Mistura, dopo le foto del filosofo Mauro, dopo il " Fast & Fair " della Bonino, dopo i proclami del Presidente Letta ( "il caso marò è una priorità del governo " ), ci risiamo, continuano a rincorrersi proclami e smentite da una parte e dall' altra, l' ultima ce la comunica l' ANSA : 
(ANSA) - NEW DELHI, 25 OTT - La decisione di inviare in Italia un team della polizia investigativa Nia per interrogare quattro maro' nell'ambito della vicenda che coinvolge i fucilieri di Marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone e'
stata ''rinviata'' e altre ipotesi per raccogliere le testimonianze vengono esaminate. Lo scrive oggi il quotidiano The Indian Express.
Citando responsabili governativi il giornale ricorda che per decidere su da farsi davanti al rifiuto dell'Italia di inviare i quattro maro' a New Delhi il ministero dell'Interno ha consultato il ministero della Giustizia e la Procura della repubblica.
Le fonti hanno riferito che dopo aver ricevuto questi pareri, il ministero dell'Interno indiano ha chiesto alla Nia di ''deliberare'' su altre due opzioni: inviare un questionario in Italia o registrare la testimonianza attraverso una videoconferenza.
Comunque le stesse fonti hanno indicato che l'ipotesi di inviare all'Italia lettere rogatorie e' esplorata e che, se emergesse la necessita', un team della Nia potrebbe essere inviato in Italia una volta partita la procedura della rogatoria.
Il giornale sottolinea infine che secondo la Nia il modo migliore per concludere l'inchiesta sull'incidente che vede Latorre e Girone implicati nella morte di due pescatori indiani e' che gli altri quattro maro' si presentino a testimoniare a New Delhi.

Caso marò, India per ora non invia inquirenti Nia in Italia Altre ipotesi per interrogare colleghi di Latorre e Girone



Per ora una cosa è chiara, e cioè la volontà di ambedue i governi di procrastinare la questione fino a dopo le elezioni politiche indiane, in modo da far scemare l' attenzione del pubblico su questa farsa vergognosa, ma noi non ci stiamo, noi continueremo a protestare contro questa cessione di sovranità del nostro governo e contro questo abuso e spregio dell' immunità funzionale , della convenzione UNCLOS e del diritto internazionale da parte indiana


staremo a guardare anche come evolverà il caso della nave US Seaman Guard Ohio, per rapportarci agli altri paesi coinvolti in questo ennesimo abuso da parte indiana

PS chi la fa l' aspetti...

Noi, Andiamo Avanti !

Nessun commento:

Posta un commento