giovedì 17 ottobre 2013

La legge è uguale per tutti... tranne che per il M.A.E. Bonino, ( due pesi, due misure )


17 ottobre 2013, giorno 606

(ANSA) - NEW DELHI, 17 OTT - Se si dovesse accertare che il pattugliatore 'Seaman Guard Ohio' di proprieta' di una societa' Usa bloccato sabato con armi e munizioni a bordo al largo dello Stato del Tamil Nadu non era in acque territoriali indiane, allora ''sara' difficile avviare contro di esso qualsiasi azione''. Lo ha dichiarato oggi a New Delhi il vice consigliere indiano per la sicurezza nazionale, Nehehal Sandhu.
''Si deve capire - ha detto parlando con i giornalisti secondo l'agenzia di stampa Pti - che le acque territoriali
dell'India si estendono per 12 miglia nautiche. Su tutto quello che accade oltre non possiamo esercitare la nostra sovranita'''.
''Per cui - ha aggiunto - se c'e' una nave oltre questo limite facendo qualunque cosa, che possiamo fare noi in base alla legge? Le leggi non possono essere inventate''.
Sulla collocazione del pattugliatore in mare al momento del sequestro vi sono notizie contrastanti. Secondo una fonte era a 15 miglia dal porto di Tuticorin, secondo un'altra a 45 miglia.
L'incidente e' in qualche misura assimilabile a quello in cui sono coinvolti i maro' Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.
Il 15 febbraio 2012 la petroliera Enrica Lexie si trovava a 20,5 miglia nautiche dalla costa quando sono morti due uomini del peschereccio indiano St. Anthony.
Secondo la denuncia della polizia, il Seaman Guard Ohio, battente bandiera della Sierra Leone, e' entrato illegalmente nelle acque territoriali indiane con un quantitativo di armi e munizioni. L'equipaggio, composto da 35 uomini di diverse nazionalita', e' stato denunciato per possesso ingiustificato di armi. Dopo aver scortato la nave nel porto di Tuticurin, la polizia ha sequestrato 31 fucili e oltre 5.000 proiettili.
La nave appartiene alla societa' Usa AdvanFort (con sede in Virginia), che fornisce servizi di scorta anti pirateria ai mercantili che transitano nell'Oceano Indiano.
L'equipaggio, composto da dieci marinai (otto indiani e due ucraini) e 25 agenti di sicurezza (sei britannici, 14 estoni, quattro indiani e un ucraino), e' stato interrogato dagli inquirenti indiani.



Se ancora non è chiaro, ecco come il famoso detto " due pesi, due misure" risulta applicato anche dagli indiani, una fonte ufficiale del governo indiano, il vice consigliere per la sicurezza nazionale Nehehel Sandhu, interpellato riguardo al caso della nave USA fermata dalle forze indiane dichiara senza ombra di dubbio le normative sulle acque interne,sicuramente a breve la Seaman Guard Ohio verrà rilasciata con formali scuse del governo indiano, del resto la legge parla chiaro.....

Ministro Bonino e Lei cosa ne pensa ?
Non è arrivato ancora il momento di chiedere chiarimenti in sede internazionale riguardo alla disparità di trattamento riservata agli USA rispetto a noi, si rende conto che per i nostri Uomini e le nostre navi  la legge internazionale non esiste ?

E' inconcepibile il suo immobilismo, è inconcepibile che da 606 il governo indiano trattenga due nostri soldati in modo totalmente spregiante del diritto internazionale, lo dicono loro stessi....

Cosa aspetta ad agire ? 
Cosa aspetta a richiedere l' arbitrato internazionale riguardo al caso Latorre/Girone ?
Perchè non chiede che vengano rispettate le leggi internazionali riguardo all' immunità funzionale dei nostri Uomini ?
Oltretutto dopo questa dichiarazione formale del Vice consigliere, tutti i dubbi sono fugati, l' Enrica Lexie si trovava ben oltre il limite delle 12 miglia quando denunciò i fatti ad oggi oggetto di un indagine da parte della NIA,
dopo che lo stesso governo Indiano non riesce a trovare una soluzione che gli permetta di non perdere la faccia in ambito internazionale.


Stavolta siamo ai limiti di una omissione di doveri nei confronti dei cittadini onesti, si cara Ministro Bonino, quei cittadini di cui Le ricordo il nome , Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, aspettano con estremo senso del dovere che Lei faccia qualcosa.

Lei è forse cosi' occupata da non rendersi conto di quale danno stiamo subendo come Nazione, non mi capacito tuttora di come Lei che si è sempre eletta a paladina dei diritti civili, ora si comporti come uno struzzo, nascondendo la testa nella sabbia,questo comportamento non è giusto per i due Soldati, non è giusto per i loro Familiari, non è giusto per tutti i cittadini che da quando Lei regge la Farnesina cercano di dialogare con Lei.

Stati Uniti, India ed Italia non sono diversi nel diritto internazionale, ma a quanto pare i loro ministri si.....
La legge è uguale per tutti !........tranne che per Lei....


Nessun commento:

Posta un commento