venerdì 11 ottobre 2013

MASSIMILIANO LATORRE E SALVATORE GIRONE



Due cittadini italiani da 600 giorni lasciati in ostaggio di uno Stato terzo, l’India che sta esercitando su di loro un diritto non contemplato da nessuna norma internazionale!
Due militari incappati in eventi straordinari mentre erano impegnati a difendere gli interessi nazionali anche nel rispetto di decretazioni delle Nazioni Unite e dell’Unione Europea, che però in questi 600 giorni sono rimasti e rimangono silenti.
Silenzio anche dal Capo dello Stato, designato dall’articolo 27 della Costituzione Capo Supremo delle Forze Armate, silenzio di due Presidenti del Consiglio che si sono succeduti il questi 19 mesi, silenzio delle Istituzioni direttamente coinvolte. Solo flebili parole che esprimono promesse mai rispettate : “processo equo, rapido, rientreranno in Italia a Natale, ecc”. Parole, Parole ed ancora Parole e null’altro.
Massimiliano e Salvatore vi garantisco però che non siete stati abbandonati dai vostri concittadini. Moltissimi italiani, centinaia di italiani ogni giorno si impegnano per tenere alta l’attenzione istituzionale, con parole ma anche con fatti come la giornata del digiuno a voi dedicata domenica 13 p.v. Un’iniziativa di fratellanza ma anche un segnale importante. Non ci arrendiamo e chiederemo al momento e nelle sedi opportune ragione dei silenzi, del disinteresse di molti, dei possibili errori commessi.
CORAGGIO RAGAZZI L’ITALIA VERA E’ CON VOI.
VIVA LE FORZE ARMATE E VIVA L’ITALIA.
(Di Fernando Termentini)

Nessun commento:

Posta un commento