venerdì 29 agosto 2014

81enne ogni giorno scrive a Napolitano: «Presidente, faccia tornare i due Marò in Italia!»



Esistono Italiani che non si arrendono...

Tra questi ammirevole l' impegno di questo Uomo con la maiuscola e la sua missione  quotidiana...

Silvio Noera, che ogni giorno scrive al  Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, per chiedere che lo Stato Italiano agisca concretamente per il ritorno dei due Marò.
Noera ha un trascorso da marinaio e fa parte dell’Associazione Marinai d’Italia e ha così preso a cuore la vicenda dei due soldati che si è preso l’impegno quotidiano di scrivere al Capo dello Stato sulla vicenda di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone.
Ecco la lettera:
" Signor Presidente della Repubblica Italiana,
Mi permetto di ricordarLe ogni giorno che Ella, n.q. di Capo dello Stato, è anche Capo delle FF.AA. italiane e che pertanto DEVE prendere delle risoluzioni per il rientro in Patria dei Suoi, Nostri, due Militari, Veri Servitori dello Stato, che ancora, in oltre due anni e mezzo, sono detenuti ingiustamente in India.
Sui quali le notizie, anche da parte di autorità istituzionali, si sono rivelate false e, peggio, menzognere, offendendo il sentimento di PATRIA e ONORE che residua nei “Marinai per Sempre” e, per fortuna ancora, in molti Italiani.
Sentimento che Ella, n.q., non può non condividere.
Perdoni l’ardire inconsueto di rivolgerLe direttamente questa mia che spero trovi vasta condivisione ma NON SE NE PUÒ PIÙ! ".
fonte : 

3 commenti:

  1. Come no. Due asassini di due pescatori innocenti? Lasciamoli pure dove stanno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e allora comincia ad andare a fargli compagnia perchè in italia per persone come te non c'è posto

      Elimina
  2. Signor/a anonimo mi piacerebbe capire su quali certezze lei possa affermare che i due fucilieri sono degli assassini. Se è in possesso di prove, che neppure gli indiani hanno altrimenti li avrebbero già condannati, non so cosa aspetta a recapitarli alla giustizia indiana. Mi creda, gli avvocati le sarebbero grati e sicuramente gli pagherebbero pure il viaggio gratuito per andare la a testimoniare. Altrimenti farebbe bene a informarsi maggiormente, la "rete", sulla questione, offre numerose informazioni nel merito e non si fermi a leggere solo quanto scrive il signor Miavaldi o la signora Sgrena perchè altrimenti significa che sa guardare in una unica direzione ....e con la testa di altri. Buona vita!

    RispondiElimina