giovedì 14 agosto 2014

Marò, Il Cocer della Marina vuole l'arbitrato internazionale.


Il delegato del Cocer della Marina (il «sindacato» dei militari), Vito Alò, ha dichiarato che è necessario andare subito «verso l’arbitrato internazionale in maniera concreta e restituiamo l’onorabilità al nostro Paese e agli uomini e le donne che lo difendono». «L’Italia – ha continuato Alò – non può permettersi, come ha chiesto Modi, di riconoscere la giustizia indiana e consentire che i due fucilieri di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, vengano processati in India. Tutto ciò ricadrebbe sia sull’immagine dell’Italia, riguardo all’immunità funzionale degli operatori dello Stato, sia sull’efficacia della nostra diplomazia estesa ad ogni singolo cittadino che si reca all’estero»





E per non dimenticare il racconto del testimone oculare :


Nessun commento:

Posta un commento