giovedì 28 agosto 2014

Caso #marò, lettera aperta ad Alessandro Del Piero



28 Agosto 2014, giorno di sequestro 921

Caro Alex, ho appreso in queste ultime ore che forse accetterai un trasferimento in India per giocare in una squadra di calcio locale, i Dynamos Delhi, io lo ammetto, non sono un tifoso della Juventus, ma lo sono della Bari, la squadra di calcio della città di Salvatore Girone che insieme al Tarantino Massimiliano Latorre è sequestrato da 921 giorni proprio li in ambasciata a New Delhi, tu ci hai fatto gioire con i tuoi gol che sono serviti a vincere il titolo di Campioni del Mondo nel 2006, ora stai per tirare un rigore molto importante...

se accetterai il trasferimento darai anche tu una mano a un paese irrispettoso dei più elementari principi di diritto internazionale, un paese che da 920 giorni  non riesce a formulare un capo d' accusa contro i nostri Fucilieri di Marina che fra l' altro hanno sempre proclamato la loro innocenza e si trovano abbandonati dalle istituzioni, da ben tre governi vigliacchi e complici dei loro omologhi indiani, tira fuori la tua classe e rifiuta te lo chiedo da Cittadino Italiano che non sopporta questa ingiustizia, segna questo gol per noi, ancora una volta... facci sognare, affermalo anche Tu #iostoconimarò

con stima

Antonio Milella, Bari, Italia

PS se non sei a conoscenza di questa vicenda ascolta questo video, grazie :





Tag :
 Alessandro Del Piero, Juventus, Latorre, Girone, Marò, Diritto Internazionale, Innocenza, 

2 commenti:

  1. QUESTA L'HO SCRITTA STAMANI ALL'ON. MELONI
    CARA ON. MELONI MI SPIACE MA NON SONO D'ACCORDO
    Sono un piccolo uomo quindi il mio pensiero vale lo stesso peso. Premetto che sono un suo acceso fan e sostenitore e ritengo che Lei sia il futuro solare dell'Italia ma in questo caso non credo che Lei abbia ragione. Del Piero è solo un calciatore e non possiamo dare a lui l'incarico di salvare o fare gesti forti per i nostri amatissimi S. Marco quando una intera classe politica Italiana e 3 governi dico 3 governi in 918 giorni non hanno fatto niente. Conosco molto bene gli Indiani e sono un popolo molto ma molto permaloso e presuntuoso e siamo al punto che qualsiasi azione di disturbo può influenzare la vita dei nostri Soldati. Il fatto della finmeccanica deve insegnare e tanto. Perchè allora non boicottiamo anche le agenzie di viaggio che propongono viaggi in India per ritrovare se stessi? Io in India ci sono stato per un mese fuori dalle rotte convenzionali viaggiando in treno, auto, aereo e perfino in moto. Mi domando ancora cosa ci sia di così bello da vedere. Ho lavorato con soldati indiani per 6 anni e conosco bene il loro pensiero e filosofia e bisogna stare molto ma molto attenti alla loro protervia. Onorevole, non è Del Piero che deve rifiutare di andare in India ma Renzi deve andare in India a prendere i nostri soldati, non solo giovani madre cattoliche straniere. l'Italia ha bisogno di Lei e i due Sottufficiali hanno bisogno dell'Italia e degli Italiani ma non facciamoli male proprio noi.ALESSANDRO MOBONO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Egregio Sig. Mobono, la pensiamo agli opposti su questa vicenda ( ps sono l' autore di questa lettera aperta e non l' ON. Meloni ) a proposito del calciatore oggetto di questa lettera, egli poteva rifiutare in quanto essendo un VIP conosciuto in tutto il globo ( più di qualsiasi imprenditore ) avrebbe dato un aiuto ed un forte contributo d' immagine alla causa su cui tutti noi ci stiamo impegnando da lungo tempo, invece ha preferito accettare dei bei soldini in modo pilatesco, ad esempio in queste ultime ore è venuto alla ribalta il caso del Presidente della Provincia di Savona che ha rifiutato di presenziare il 31 agosto PV ad una celebrazione indù nel suo territorio, potrei citarle l' esempio del presidente della Provincia di Lecco contenuto qui in questo Blog nell' articolo " Signor Sindaco di Fasano, legga come si tutelano i Marò ... ", come vede esempi positivi in merito ce ne sono tanti, ma in pochi li seguono, molto spesso la statura delle persone si misura dalle gesta compiute, ad ogni buon conto la ringrazio del commento, cordiali saluti Antonio Milella

      Elimina