venerdì 8 agosto 2014

Lega della Terra denuncia di omicidio il Governo Renzi


L’Associazione della Lega della Terra ha sempre ritenuto insensate ed ingiustificate le sanzioni unilaterali economiche adottate dai vertici dell’UE e dal Governo Renzi nei confronti di persone fisiche e persone giuridiche russe. Il blocco dell’importazioni agroalimentari deciso dal Presidente Putin porterà alla totale paralisi e chiusura lampo di centinaia di imprese italiane che hanno trovato nei mercati russi importanti clienti che hanno saputo notevolmente apprezzare la qualità e l’eccellenza del vero Made in Italy. Allo stato di fatto il Presidente Renzi e tutto il Governo si sono resi responsabili di OMICIDIO di migliaia di posti di lavoro e di centinaia di Aziende; l’irresponsabilità, l’indecenza e la leggerezza con cui sono state prese decisioni politiche traballanti sono assolutamente sconcertanti e tali da rendere necessario la nostra richiesta di immediate DIMISSIONI e di scuse pubbliche. La nostra Associazione interverrà in tutte le sedi che riterrà opportuno per tutelare il lavoro di tutti gli operatori del settore primario.

Nessun commento:

Posta un commento