mercoledì 27 agosto 2014

#Marò in india: Riflessioni di fine Agosto



Non credo ci siano molti aggettivi per descrivere l'abisso della vicenda dei nostri due Marò. Ridicolo, grottesco, paradossale, indegno...l'elenco sarebbe infinito. La questione è stata gestita in modo deliberatamente ignobile sin dalle primissime battute, non discuto qui sull'innocenza o colpevolezza dei due militari perchè è del tutto inifluente, la giurisdizione era Italiana, al massimo, pro bono pacis, si sarebbe potuto accettare un tribunale internazionale ma con i Marò in Italia, non lo si volle fare. 

Poi i Marò tornarono in Italia, si subì o si finse di subire il ricatto dell'India che violando tutte le norme internazionali osò di fatto prendere in ostaggio il nostro Ambasciatore, evento che non si verificava dai tempi dell'antica Roma con qualche rarissimo esempio perpetrato da popoli particolarmente barbari, e li si rimandò in India violando così esplicitamente l'Art, 698 del CPP che non solo espressamente vieta l'estradizione verso Paesi che prevedono la pena di morte, ma esplicitamente ritiene insufficente la mera garanzia formale che non verrà applicata la pena di morte ( a rafforzare il concetto esiste anche la sentenza della Corte Costituzionale n°223 del 27 Giugno 1996), li si rimandò in India di fatto estradandoli e se non è Alto Tradimento questo mi si spieghi che cosa lo sarebbe

Certo, tutte nefandezze che l'attuale Governo ha ereditato, ma che cosa avrebbe fatto di concreto questo Governo più di quanto non abbiano fatto quelli precedenti? Nulla e tutto, parliamoci chiaro, in nome di Finmeccanica e di qualche altro losco affare che l'Italia intrattiene con l'India o, meglio, intratteneva perchè come forse sapete da oggi Finmeccanica è ufficialmente tagliata fuori. 

Si è sommerso di ridicolo il prestigio dell'Italia in nome di una pedata nel sedere. E che cosa fà il nostro ineffabile Governo ed il suo Ministro, chiedo scusa ai Ministri del passato quelli degni di questo nome, degli Esteri? Vanno a "risolvere" le crisi in Palestina, Libia, Ucraina ed Iraq e chiacchere perchè di concreto l'Italietta di questa gente da poco non può fare proprio nulla, però due risultati li hanno ottenuti, certo, i catto-comunisti, perchè di loro parliamo e del loro devastato cervello, dalla Libia le forniture sono per ovvii motivi praticamente cessati, dalla Russia pure e anche le importazioni, un Paese che annaspa in cerca di centesimi si permette di sputare in faccia velleitariamente ad uno dei principali partner commerciali, si permette di contribuire a turbare delicatissimi equilibri in nome di altrettanto velleitari interessi della Francia. 

No, i due Marò, mi duole dirlo, c'entrano sempre di meno in tutto questo, c'entra una classe politica catto-comunista indegna persino di un Paese del quinto mondo, non esiste il quinto mondo? Beh ho una notizia, esiste ed è composto solo dall'Italia. 
Fonte: https://www.facebook.com/giuseppe.salomone.79?fref=nf


Nessun commento:

Posta un commento