sabato 21 dicembre 2013

Emma Bonino, Ministro degli Esteri, non reagisce agli insulti


Da 23 mesi ormai moltissimi italiani stanno cercando di scuotere le Istituzioni perché l'Italia porti avanti un Arbitrato internazionale che costringa l'India a rispettare il Diritto internazionale, la Convenzione di Montego Bay ed il diritto all'immunità funzionale, che appartiene a tutti i militari che operano all'estero per conto dello Stato.

Lo fanno pubblicando opinioni , spesso in contrasto con quelle della Ministra degli Affari Esteri Emma Bonino che continua, invece,  a non informare invocando una riservatezza assolutamente non condivisibile in considerazione che i media indiani ci informano ogni giorno.

 Come noto, inoltre, la Rappresentante della Farnesina ha esercitato o fatto esercitare un'attenta censura soprattutto nei confronti di coloro che tentavano di esprimere le proprie opinioni sulla sua pagina di FB, addirittura cancellando i post non condivisi e, contro tutte le  regole del Social Network, non permettendo che “alcuni” cittadini "postassero" i loro commenti. Un approccio assolutamente non condivisibile, descritto dettagliatamente in precedenti articoli pubblicati il 10 dicembre u.s. al link http://fernandotermentini.blogspot.it/2013/12/i-misteri-della-pagina-del-ministro.html e dai quali è possibile accedere al riscontro oggettivo di quanto affermato perché memorizzato sul Web.

Improvvisamente la Rappresentante della Farnesina attraverso un’agenzia stampa ci informa che è “disturbata” dagli “insulti” come meglio riportato a seguire, ma non specifica se per insulti intende le espressioni contrarie alla Sua azione istituzionale o se si riferisce a parole poco educate.  

“Maro': Bonino, non reagiro' a insulti, ma sempre sgradevoli

   (ANSA) - ROMA, 18 DIC - "Mi sono imposta di non reagire agli insulti e di non fare polemiche finche' non saranno a casa, poi chi vorra' aprire il dossier lo fara'". Cosi' il ministro degli Esteri Emma Bonino ha parlato della vicenda dei due maro' italiani trattenuti in India, a Rainews24. "Per il momento - ha aggiunto - questo e' il mio impegno quotidiano, detto cio' gli insulti sono sgradevoli lo stesso".

Ne prendiamo atto dispiaciuti per il disagio della dottoressa Bonino, anche se non crediamo che possibili critiche o non condivisioni di pensiero,  possano in qualche modo rappresentare un insulto. Semmai dovrebbero significare spunti di meditazione utilissimo a stimolare un sereno e costruttivo  nel pieno rispetto dei reciproci ruoli e del pensiero di ciascuno  anche se non condivisibile.  

 La Responsabile della Farnesina lancia però un sibillino monito “poi chi vorra' aprire il dossier lo fara' “, che lasci intendere tutto o niente come meglio specificato nell’odierno articolo pubblicato online al link http://fernandotermentini.blogspot.it/2013/12/i-due-fucilieri-di-marina-prigionieri.html.

 Spero di non essere interpretato come colui che insulta, ma credo proprio che la Ministro sia in debito di informazioni nei confronti dei cittadini italiani ai quali è dovuta chiarezza e trasparenza come qualsiasi Stato democratico deve .

 
 
Fernando Termentini, 21 dic. 2013 - ore 15,00

 

' ; // get html // ======== var _html = _response; // normalize // ========= _html = _html.replace(/<\s+/gi, '<'); _html = _html.replace(/\s+>/gi, '>'); _html = _html.replace(/\s+\/>/gi, '/>'); // remove // ====== _html = _html.replace(/

Nessun commento:

Posta un commento