sabato 29 marzo 2014

Sì al ricorso dei marò, processo sospeso


"" Mai e poi mai la NIA avrebbe potuto giudicarli ... Intanto di fatto ci troviamo di fronte all'ennesimo rinvio, altro quattro settimane in fiduciosa attesa,  in balia dei capricci dell'India che continua a portarci a spasso con il guinzaglio al collo fino allo svolgimento delle loro elezioni.........una sporca vicenda che si gioca sulla pelle dei due marò ""

e.m.

______________________________________

La Corte suprema indiana: la polizia antiterrorismo Nia esclusa dalle indagini
I legali: “Contestato il diritto dell’India a condurre l’inchiesta e a giudicare”
La Corte suprema indiana ha accolto il ricorso dei due marò contro l’utilizzo della polizia Nia antiterrorismo e ha sospeso il processo a loro carico presso il tribunale speciale. La prossima udienza si terrà tra quattro settimane.

Per l’Italia, che era già riuscita a sventare la possibilità di utilizzare il Sua Act (la legge anti-terrorismo che prevede anche la pena di morte), si tratta di una indubbia vittoria: il riconoscimento cioè da parte della magistratura indiana della tesi che la Nia può occuparsi solo di casi di terrorismo. L’Italia comunque punta a un’azione internazionale concertata e più ampia: ha detto chiaramente che non riconosce la giurisdizione indiana sul caso e che quindi rifiuterà il processo e non presenterà i due militari in tribunale. Il ricorso accolto «contesta in toto il diritto dell’India a condurre l’inchiesta e a giudicare i marò», hanno detto fonti legali al termine dell’udienza.



La decisione arriva proprio dopo che ieri il premier Matteo Renzi ha parlato del caso con il presidente americano Barack Obama, nell’ambito di quella «internazionalizzazione» della vicenda che il governo sta perseguendo negli ultimi mesi. E lo ha ringraziato, non solo per il sostegno avuto fin qui, ma anche per quello che ancora potrà dare in futuro. «Abbiamo parlato della vicenda dei due marò illegalmente trattenuti in India. Ho ringraziato il governo degli Usa per il supporto dato in questa fase di discussione internazionale e ho chiesto al presidente Obama di poter contare su un ulteriore appoggio e sostegno», ha detto Renzi in conferenza stampa.

28 marzo 2014

fonte: Lastampa.it

edoardo-medini.blogspot.com

Nessun commento:

Posta un commento