mercoledì 5 febbraio 2014

I due Marò, il gioco delle tre carte indiano, ma l' Italia non chiede l' arbitrato !


5 Febbraio 2014

Un altro giorno di vergogna !

Mentre da Delhi si rincorrono illazioni più che vere notizie diffuse dalle agenzie e  dai media locali riguardo all' uso della SUA ACT che ricordiamo è una legge che ribalta il ruolo dell' accusa, ovvero prevede che l' imputato debba dimostrare la sua innocenza, quasi come il famoso processo alla strega nel medioevo in cui la presunta strega veniva gettata in acque profonde legata a pesi con due possibili soluzioni 
a) annegava, quindi era innocente.
b) riusciva a risalire a galla, quindi era colpevole.

Dobbiamo con estremo disappunto denunciare alla pubblica opinione come da parte Italiana, nella figura del Presidente del Consiglio Letta non vi sia ancora una richiesta di arbitrato internazionale, l' unica arma attualmente in nostro possesso per evitare un processo farsa che non solo si concluderà con una condanna dei nostri Militari per evidenti scopi politici interni indiani, ma anche favorirà tutti quei gruppi economici che come denunciato dall' ex M.A.E. Terzi, all' epoca della decisione di trattenerli in Italia e istituire la richiesta di arbitrato in data 11/3/2013  al termine della " licenza elettorale " pressarono l' allora PdC Monti per bocca dell' ex Ministro Passera non solo a rinunciare all' arbitrato ma addirittura a riconsegnarli all' india contro ogni logica di diritto internazionale, non solo abbiamo creato un pericoloso precedente giurisprudenziale che di fatto toglie ogni tutela ai nostri militari dispiegati in ogni teatro operativo all' estero, ma va contro la nostra Costituzione che impedisce l' estradizione di imputati verso i paesi che applicano la pena di morte prevista in questo caso  dal Sua Act stesso.

Il nostro focus ora si sposta sui nostri politici, a partire dal PdC Letta fino al M.A.E. Bonino, che non ci vengano a mostrare l' eventuale processo con una condanna minore come una vittoria della diplomazia Italiana, perchè non lo è affatto, i nostri uomini devono essere giudicati, questo si, ma da un tribunale militare italiano !

Non rinunciamo inoltre a rendere noto all' opinione pubblica che lo stesso arbitrato è stato richiesto per la commessa degli elicotteri cancellata dall' india.

Non rinunciamo a ribadire l' appello rivolto da Massimiliano Latorre ai giornalisti che hanno accompagnato l' inutile gita della commissione di parlamentari ai nostri uomini, " fate conoscere la verità "

ed eccola la verità :



Questi sono giorni decisivi, pretendiamo a questo punto dal nostro governo una richiesta formale di Arbitrato Internazionale, il tempo dei giochetti è finito, non giocate con la pelle e le famiglie dei nostri Militari !

la " Vera Italia " continua con la sua opera di informazione denunciando ogni infamia da parte del nostro esecutivo, non restiamo a guardare inerti ! 

per noi il motto è sempre valido :

TUTTI INSIEME NESSUNO INDIETRO !



TAG : Marò, Arbitrato, Letta, Bonino, India, Latorre

Nessun commento:

Posta un commento