giovedì 20 febbraio 2014

Stiamo vicini ai nostri marò. di Magda Menchini


Cari Amici che sempre siete stati vicini ai nostri due fucilieri Max e Salvo in questi due anni  di sofferenza,

mi permetto di chiedere il vostro aiuto per un'iniziativa che l'Associazione La Martinella vorrebbe fare insieme a tutti voi per sottolineare ancora di più l'enorme ingiustizia che è stata commessa e l'inconcepibile lentezza con la quale le nostre istituzioni hanno agito.

Stiamo approntando una gabbia con due fac-simili di marò, due volontari, che verrà portata in giro per l'Italia, dal nord al sud, passando per le città in cui ci siano gruppi che l'accoglieranno.
Grazie ad Alfredo D'Ecclesia, grande organizzatore, e ad Antonio Milella - che sarà uno dei due volontari reclusi - nonchè a quel coraggioso generale che risponde al nome di Fernando Termentini,  riuscirò a portare alla vostra attenzione questo appello che mi auguro non rimarrà inascoltato.
Necessitiamo conoscere in quali luoghi sia possibile transitare avendo la certezza di una buona accoglienza, dove sia possibile passare la notte e poter anche mangiare senza spendere cifre che non ci potremmo permettere.  
Alfredo e Antonio mi dicono che siete tanti sparsi un po' ovunque sul territorio nazionale e allora vi dico che, se ci aiuterete ad organizzare questo evento, la cosa si spanderà ovunque a macchia d'olio, forse anche fuori dai confini nazionali e potrà dare uno scrollone a tutti questi pomposi imbecilli che tengono la vita è la libertà dei nostri due marò nelle loro mani.

Ci vogliono, per ogni città o paese:
1 gruppo di diverse persone che accolgano il camion con striscioni ove è scritto il loro gruppo di appartenenza, la città etc.
Un giornalista esponente della stampa locale o dei vari canali televisivi locali perchè diffonda la notizia che la nostra pazienza è ormai giunta al termine e che questa è una vera e propria mobilitazione per ora pacifica..
Un posto dove dormire per almeno tre persone, i due giovani vestiti da marò e l'autista con almeno la possibilità di mangiare.
Se ne sarete capaci sarebbe splendido anche una piazza o un luogo in cui qualcuno di voi potrà parlare.

Capisco non sia facile ma anche la vita dei nostri Salvo e Max non è facile, in un Paese straniero con un'accusa pesantissima sulla loro testa ed una detenzione assolutamente ingiusta.  Dicono sempre che noi italiani non riusciamo mai a fare squadra, ma io vorrei, non sapete quanto lo vorrei, dimostrare al mondo che, quando vogliamo, e se la causa è nobile e giusta, noi riusciamo a fare cose impensabili ed impossibili.

Vi prego, aiutiamoci tutti insieme, ognuno di noi farà la sua piccola parte. 
Naturalmente il camion passerà in quelle città in cui sarà possibile realizzare le condizioni di cui sopra, sperando che riusciate a mettere insieme almeno un piccolo numero di tali città.  Questo viaggio dovrà percorrere tutta l'Italia e durare una ventina di giorni e, oso aggiungere, dovrà essere una spina nel fianco al nostro Governo, sempre più grossa e dolorosa con il passare dei giorni.  

Se riusciremo ad organizzare tutta la manifestazione alla militare, vi assicuro che ne parleranno a lungo tanti mezzi di informazione che non potranno che farlo in positivo visto che non violiamo alcuna legge, anzi.

Per il momento è tutto e vi prego ancora di decidere in fretta perchè non li possiamo più far aspettare.  Basta guardare i loro visi trasmessi ultimamente sulla televisione.

Vi ringrazio tantissimo e mi auguro che tutti i vostri singoli gruppi diventino famosi in tutta Italia, in Unione europea e persino all'ONU.
Vi invierò un'ulteriore comunicazione per avvisarvi di tutto.
Saluti a tutti.

Magda Menchini
Associazione La Martinella


P.S.  Siamo già pronti, gabbia, uomini e divise fornite da un caro amico, camion e benzina pagata da un europarlamentare libero battitore che non appartiene a nessun partito.
fonte : http://alfredodecclesia.blogspot.it/2014/02/stiamo-vicini-ai-nostri-maro-di-magda.html


NDR mi sono offerto volontario senza alcun compenso per la mia partecipazione a questa iniziativa e tanto meno per sfruttare la ribalta per fini personali, io sono contro questo sequestro e un eventuale processo in india per i nostri Fucilieri che di fatto costituirebbe un grave precedente per tutti gli appartenenti alle nostre FF AA in missione all' estero.

Nessun commento:

Posta un commento