giovedì 7 novembre 2013

Il valzer della disinformazione continua


7 Novembre 2013, giorno 627

Informazione o disinformazione ?

E ora tocca al "Times of India" dare la sua versione sulla vicenda della deposizione degli altri  quattro componenti del team del San Marco imbarcato a bordo della Lexie, a pensar male sembra che in occasione del summit Europa-Asia che si terrà a Delhi l' 11/12 novembre si voglia dare un contentino a chi chiede il pugno di ferro al Governo Italiano e in particolare al  M.A.E. Bonino,  ed inoltre cosa ancora più strana, si fornisce un ipotesi di acquisizione delle deposizioni in ambasciata indiana a Roma alla presenza di un magistrato Italiano, ovvero un' azione non regolata da nessuna norma del diritto internazionale, tutto questo lascia ancora più dubbi sulla reale volontà di chiudere le indagini, anzi lascia intendere che l' unico scopo sia di distrarre l' opinione pubblica Italiana e Indiana, in modo da far perdere altro tempo per arrivare alle elezioni politiche indiane senza alcuna soluzione del caso che a prescindere dalla conclusione farà pender l' ago della bilancia a favore dei nazionalisti Hindu' o del partito della Sonia Gandhi.

Ma ecco la traduzione dell' articolo : 

NEW DELHI : Il National Investigation Agency ( NIA)  probabilmente  raccoglierà tramite videoconferenza le dichiarazioni dei quattro marines italiani che furono testimoni dell'uccisione di due pescatori al largo della costa del Kerala , nel febbraio 2012 . Il  governo Italiano ha cercato di non far fare ai quattro marines  un viaggio in India , e ha offerto di farli deporre o con l' invio di  una squadra di investigatori della  NIA in Italia, tramite videoconferenza o farli rispondere a un questionario inviato dalla NIA stessa .

Secondo fonti ufficiali, i testimoni saranno chiamati all'ambasciata indiana a Roma, da dove il quattro saranno esaminati dagli investigatori attraverso videoconferenza in presenza di un magistrato Italiano .

Il ministero degli Interni fino a poco tempo insisteva sul fatto che i quattro marines devono venire in India , citando una garanzia fornita in precedenza dall' Italia alla Corte, che garantiva la presenza di tutti  i membri dell'equipaggio  della Enrica Lexie  che sono stati  testimoni del caso  dinanzi al giudice , come e quando necessario. Anche se il ministero della Giustizia e Ministro degli Affari Esteri si erano accordati per un viaggio del team NIA  in Italia , il Ministro degli Interni si oppose , sostenendo che le dichiarazioni registrate in Italia non sarebbero valide perchè il codice di procedura penale non si applica al di là coste indiane . Un questionario  inviato in Italia è anche escluso , date le complicazioni .

Cosi come il governo Italiano  rifiuta di inviare il team dei Marines a recarsi in India , il parere del procuratore generale ha cercato di risolvere l'impasse . Il funzionario si è espresso presso il governo contro l'invio di una squadra di NIA in Italia, lasciando la sola possibilità di mettere in discussione i quattro testimoni in videoconferenza dopo avere ottenuto una rogatoria da un giudice .

Gli investigatori indiani in passato avevano messo in dubbio la possibilità di raccogliere le deposizioni dei testimoni stranieri attraverso la videoconferenza .

Un testimone è stato interrogato dalla CBI in videoconferenza nel 1995 sul caso di una  truffa dal commissariato indiano a Londra .

L'India ha già informato l' Italia che il ritardo nel fornire le deposizioni dei testimoni mette a rischio solo il futuro di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone , accusati di aver ucciso due pescatori indiani al largo della costa del Kerala , nel febbraio 2012 . Entrambi gli imputati ora sono alloggiati presso l'ambasciata italiana.

Nel mese di settembre , il commissario italiano Steffan de Mistura aveva incontrato il ministro degli Esteri  Salman Khurshid per esprimere preoccupazione per il ritardo nel processo .


La NIA ha già registrato le dichiarazioni del comandante della nave  Umberto Vittelli , del Direttore James Mandley Sansone ,dei  secondo ufficiale Sahil Gupta , Semen Fulbaria Marendra , Narendra Kumar e dell' ex  marinaio Kantamuich Tirumal Rao .


questo il testo originale : 

NEW DELHI: The National Investigation Agency (NIA) is likely to record through videoconferencing the statements of four Italian marines, who were witness to the killing of two fishermen off Kerala coast in February, 2012. The four marines had sought to be exempted from traveling to India, and offered to depose either before an NIA team in Italy via videoconferencing or by replying to a mailed questionnaire. 

Official sources said the witnesses may be called to the Indian Embassy in Rome from where the four will examined by the investigators through videoconferencing in the presence of a magistrate. 

The Union home ministry was until recently insisting that the four marines come to India, citing an earlier assurance by Italy to the court that members of Enrica Lexie crew who are witnesses in the case would be presented before the court as and when needed. Though the law ministry and ministry of external affairs had agreed to an NIA team travelling to Italy, the MHA opposed this, arguing that the statements recorded in Italy would not be valid as the Criminal Procedure Code does not apply beyond Indian shores. A mailed questionnaire was also ruled out, given the complications involved. 

As the four marines refused to give up their reluctance to travel to India, the opinion of the attorney general was sought to resolve the impasse. The top law officer too advised the government against sending an NIA team to Italy, leaving it the only option of questioning the four witnesses via videoconferencing after getting a letters rogatory from a court. 

Indian investigators in the past have questioned foreign witnesses through videoconferencing. 

A witness was questioned by CBI via videoconferencing in the 1995 urea scam from the Indian high commission in London. 

India has already conveyed to Italy that delay in questioning the witnesses is only jeopardizing the future of Massimiliano Latorre and Salvatore Girone, accused of shooting dead two Indian fishermen off Kerala coast in February, 2012. Both the accused are now lodged in the Italian embassy here. 

In September, Italian minister Steffan de Mistura had met external affairs minister Salman Khurshid to express concern over the delay in the trial. 


NIA has questioned and recorded the statements of the master of the vessel, Umberto Vittelli, Chief Officer James Mandley Samson, Second Officer Sahil Gupta, Semen Fulbaria Marendra, Kumar Naren and former ordinary seaman Kantamuich Tirumal Rao.

fonte : http://timesofindia.indiatimes.com/india/Fishermens-killing-NIA-to-quiz-4-Italian-marines-via-video-link/articleshow/25340133.cms

La "Vera Italia" continua a informare !
La "Vera Italia" non abbandona Massimiliano e Salvatore !

Nessun commento:

Posta un commento