mercoledì 6 novembre 2013

La disinformazione parte dall' alto !


6 novembre 2013, giorno 626

Anche oggi assistiamo a notizie contrastanti riguardo al caso dei Fucilieri di Marina, tutto sembra casuale, ma invece ha un filo logico, e per il noto principio della terza legge di Newton " ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria", ecco la cronologia recente : 

4 Novembre, giornata delle Forze Armate- dichiarazioni del Presidente della Repubblica e dei Ministri chiamati in causa, con toni rassicuranti e addirittura volti a sminuire l' interesse pubblico, parte il "tweet storm" e si scatenano i sostenitori dei Fucilieri, arrivando a 13.000 messaggi con l' Hastag  #marò come punta massima momentanea.

5 Novembre, il quotidiano " La Repubblica " pubblica un articolo in cui si legge :
"L’interrogatorio in videoconferenza dovrebbe avvenire l’11 novembre, e questo permetterebbe di accelerare la conclusione dell’indagine e soprattutto la definizione formale dell’accusa per i due marò agli arresti domiciliari nell’ambasciata italiana a New Delhi."

ma quel " dovrebbe " la dice tutta... ovvero non vi è una conferma ufficiale
fonte : http://www.repubblica.it/esteri/2013/11/05/news/india_svolta_nel_caso_dei_mar_ci_sar_nterrogatorio_in_videoconferenza-70297183/?rss

6 Novembre, arriva la velina dell' ANSA : 
(ANSA) - NEW DELHI, 6 NOV - L'India non ha ancora deciso come interrogare i quattro maro' che erano sulla 'Enrica Lexie' insieme a Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Lo ha detto oggi il portavoce del ministero degli Esteri rispondendo a una domanda dell'ANSA durante un incontro con i giornalisti a New Delhi.
"Al momento ci sono delle opzioni sul tavolo - ha aggiunto - che stiamo esaminando attentamente".


(ANSA) - NEW DELHI, 06 NOV - Il portavoce Syed Akbaruddin ha poi precisato che ''quando sara' scelta una delle opzioni, lo comunicheremo''.
Da quanto risulta all'ANSA, la preoccupazione di New Delhi e' di scegliere una modalita' valida dal punto legale per sentire i quattro testimoni convocati dalla polizia Nia che sta conducendo l'inchiesta sull'incidente del 15 febbraio 2012.
Secondo una indiscrezione pubblicata ieri da ''La Repubblica'', gli investigatori indiani avrebbero avuto l'ok dal
ministero dell'Interno per interrogare in videoconferenza i compagni di Latorre e Girone.
Una notizia in tal senso e' anche circolata negli ambienti giornalistici indiani, ma non e' stata confermata ufficialmente dalle autorita' di New Delhi.



ed inoltre qualcuno finalmente  parla chiaro riguardo a una sottigliezza volutamente ignorata da tutti, il M.A.E. Bonino, Il Ministro della Difesa Mario Mauro, anche dal Presidente Napolitano, e cioè : 

"L'Italia ha subito un'offesa, calpestata l'immunità diplomatica"

Roma, 6 nov. (TMNews) - "Nel momento in cui si parla di missioni internazionali, si tace sul fatto che l'Italia ha subito un'offesa: sono stati sequestrati due militari italiani dall'India per un fatto accaduto in acque internazionali,
calpestando l'immunità diplomatica". E' quanto ha dichiarato in una nota Edmondo Cirielli, deputato di Fratelli d'Italia e membro dell'Ufficio di presidenza della Camera, riguardo al decreto di rifinanziamento delle missioni all'estero."Rispetto a ciò, come gruppo di Fratelli d'Italia non possiamo sostenere acriticamente - ha proseguito - il comportamento del Governo e di questa maggioranza; per ora ci limiteremo all'astensione sul decreto di finanziamento delle missioni. Ma se, con riferimento al prossimo decreto di rifinanziamento, a gennaio, i nostri militari saranno ancora abbandonati in India, il gruppo di Fratelli d'Italia dovrà per forza votare contro, per
protestare contro questa vergogna e contro questa debolezza del Governo italiano"."Certamente - ha concluso Cirielli - non possiamo continuare, come stiamo facendo, a proteggere anche gli interessi dell'India e a salvare marinai indiani, mentre Delhi tiene illegalmente sotto sequestro due nostri marò, che abbiamo mandato a difendere la pace e anche gli interessi indiani contro il terrorismo internazionale".


La "Vera Italia" non resta indifferente

La "Vera Italia" è alla ricerca della verità e della giustizia

La "Vera Italia" non si lascia imbavagliare

La "Vera Italia" vuole Massimiliano e Salvatore, " liberi subito "





Nessun commento:

Posta un commento