sabato 27 luglio 2013

Caso marò:Il governo italiano fa il gioca giuoe.

Tuttuturututu  DeMistura tuttutturututu Mauro tututurututu Bonino tututurututu Letta tatataratatatarata tatarata…silenzio …autostop…tuturututu…viaggio tatataratata..
Il governo del fare si sta divertendo molto nell’irritualità del caso,non è più reato tradire,non è più reato mentire in parlamento ,mentire ai cittadini non è stato mai reato chiariamo,le sfumature della dialettica politica consentono questo e altro. Certo anche la stampa è irrituale,nessuna inchiesta,certo c’è qualche eccezione da parte di qualcuno che nega la malafede che il governo vecchio e nuovo ha voluto dare a questa vicenda,una lunga immensa e INFINITA MENZOGNA.
In questa lunga e infinita menzogna ,un solo punto è chiaro niente e nessuno deve turbare il business tra Italia e India,nessun o deve permettersi di toccare questo punto fermo e questo giustifica dichiarazioni alluci…pardon diciamo irrituali per ricordare un termine caro al nostro Presidente della Repubblica.
Ora alternativamente e puntualmente hanno raccontato un'altra realtà.Dopo aver accettato tutte le ragioni dell’India,cioè il non riconoscimento della giurisdizione italiana e del diritto internazionale,e dopo aver deciso che per San Business,non bisognava chiedere nessun arbitrato internazionale,i nostri governanti insieme a chi ha imposto questa linea,si sono incartati da soli.
Sarà un processo equo e veloce,le indagini saranno brevi,dobbiamo riportarli a casa e pensare alle vedove e a chi non c’è più…potrei fare un elenco lunghissimo delle stesse stup….parole irrituali e tutto per nascondere una realtà molto semplice,De Mistura andava in India solo ed esclusivamente per trattare l’audizione degli altri quattro marò,il bluff è finito,questo non è stato detto in parlamento,non è stato detto nelle commissioni,non è stato detto dalla stampa.
Le indagini sono bloccate perché gli indiani vogliono interrogare i quattro marò in India,De Mistura si fa puntualmente la scampagnata,fa le proposte alternative,che puntualmente vengono rifiutate,ritorna in Italia si fanno la riunione dicono le sciocch….le frasi irrituali e si ricomincia.
Un certo gruppo invece di fare inchieste e approfondire parlava di narrazione tossica,di fascismo e comunismo,di un grande uomo il De Mistura amato dagli indiano,quasi venerato,ma non della menzogna del governo,declamata e conclamata,ma non si doveva parlare del business,credo che in un paese civile i venditori di fandonie e falsità come minimo debbano chiedere scusa ai cittadini italiani,non sottovalutateli i cittadini italiani,potete anche non rispettarli,ma non sottovalutateli.
E ora anche questo bluff è venuto fuori,chi comincerà nel nostro parlamento chiedere spiegazioni e dimissioni? Cosa faranno i deputati che rappresentano i cittadini italiani?Cosa farà la Meloni che è stata presa in giro denuncerà il governo? Cosa faranno i deputati cinque stelle? Cosa faranno i deputati della lega? Cosa faranno i deputati della maggioranza che dicono d’amare questo paese ?
Io non so chi sarà il primo a scatenare l’inferno…in parlamento ma so che tutti i responsabili di questo schifo poi non potranno dire che non sapevano o che non erano stati informati devono essere chieste le loro dimissioni per tradimento e indegnità morale nei confrinti degli italiani.
Alfredo d’Ecclesia.

Nessun commento:

Posta un commento