lunedì 8 luglio 2013

QUALE GIUSTIZIA ?

HO FIDUCIA NELLA GIUSTIZIA?

Si sente spesso questa domanda.
Politici Inquisiti, Dirigenti sotto inchiesta, accusati in attesa di giudizio, familiari di vittime e, persino, vittime di errori giudiziari; ma i depositari della giustizia, i magistrati, cercano, in tutti i modi, di modellarla secondo il loro pensiero e convinzioni.
La Dea giustizia è sempre lei e la sua bilancia è perfettamente tarata ma coloro che devono applicare le sue leggi trovano sempre il modo di sabotare quella bilancia facendola pendere, non secondo il diritto, ma secondo l'interpretazione personale o convinzioni preconcette.
Allora sarebbe più corretto chiedere:- "Avete fiducia nei Magistrati?"
Visto l'attuale situazione giudiziaria esistente, in Italia, penso che nessuno risponderebbe affermativamente; Magistrati politicizzati, corporazioni, caste di privilegiati, organi di controllo designati o in mano a politici,
mancanza di responsabilità civile per chi commette errori (e sono tanti e anche clamorosi) e, non ultimo, giudici che criticano l'operato del legislatore.
Magistrati che in nome della giustizia  perseguitano chi compie il proprio dovere, assolvono delinquenti per incapacità o negligenza, si accaniscono su casi fantasiosi, con processi interminabili, e lasiano decorrere i tempi che permettono a boss mafiosi di essere scarcerati, condannano chi difende i cittadini e assolvono chi crea disordini e danneggiamenti, inquisiscono Generali e alti ufficiali basandosi sulle dichiarazioni di assassini
dando più credito alle teorie che alle prove reali.
Beh! Mi viene da pensare che la Dea Giustizia abbia incontrato la mitologica Medusa e sia stata pietrificata
e chi la dovrebbe rappresentare non ricorda più i suoi insegnamenti.




Nessun commento:

Posta un commento