martedì 16 luglio 2013

Politicini italioti: il discorso perfetto per ogni occasione...

Cari i miei, anzi i nostri (purtroppo) politicini, credetemi fa male constatare come siete riusciti a ridurre la Nostra Patria (Nostra intesa del Popolo), oramai stanco dei continui soprusi creati a sue spese per coprire continuamente i vostri errori vecchi e nuovi. La pseudo sinistra, che di comunismo come nel resto del modo, ha solo il colore rosso, la falce è arrugginita ed il martello s'è perso per strada, negli ultimi vent'anni non ha fatto altro che combattere un solo uomo, il cosiddetto "nano"...altro non c'era, per loro, se non accanirsi contro una sola persona, ed in che maniera !!! Il "nano" non è un personaggio a me particolarmente simpatico, come tutti i suoi amici di lato (destro), ma ad essere sinceri dall'altra parte c'era molto meno che niente, ed i risultati si vedono, sono sotto gli occhi di tutti. In questi ultimi anni (diciamo dalle false "mani pulite") ad oggi, è stato solo un accaparramento di plurinomine per voi e tutti i vostri amici. Sarebbe bello sapere, quanti incarichi presiedeva  e chi era, quanti stipendi più che d'oro vi dividevate, nello specifico vorrei sapere chi ha nominato "tizio" ad esempio a direttore generale di una ASL e per quali competenze mediche, oppure i vari enti dei parchi, dei fiumi, dei laghi, delle valli, dei ponti, delle statue, ecc. ecc. Voglio sapere nomi e stipendi, ed a loro volta questi personaggi hanno inserito nei vari posti pubblici o pagato per consulenze "sulla migrazione dei volatili estivi in papuasia"... dire che è vergognoso, è un eufemismo da signori d'altri tempi: e tutti noi, del Popolo, siamo gran Signori.....
Siete nati dal dolore, dalla fatica e dal sangue che tanti bravi, eroici e tenaci Italiani hanno versato tanti anni fa e se oggi in parlamento dovessi chiedere a cosa si riferisce la lapide in foto, quanti saprebbero rispondere? la kienge? letta? monti? napolitano? de mistura? bonino? mettendo insieme le varie dichiarazioni fatte da tutti questi cosi, penso che più o meno la risposta sarebbe questa:

"... certamente ed in maniera equidistante possiamo parlare di una problematica nata dalle divergenze cacofoniche che destabilizzano l'insieme e la coralità che si riesce a tenere stretta intorno all'interesse che le stesse sviluppano nelle varie direttrici che si è consigliato fermamente ed equamente a tutti coloro che al momento di decidere la fisionomia  e l'impegno intrapreso forniscono prove equipollenti sebbene ne sia fautore e vertice in contrasto con la possibilità che il rispetto dovuto possa in qualche maniera destabilizzare l'apparato investigativo al quale forniamo cautamente le giuste indicazioni ferree nell'insieme di quanto già intrapreso e discusso amichevolmente con la controparte nella difficile soluzione della controversia in cui altri hanno tenacemente ed equamente investito come detrattori della verità in cui spesso ci imbattiamo nell'uso quotidiano ma c'è ferma convinzione che se essere equo e rapido e solidale sia la strada che a volte in curva ma quasi sempre nei rettilinei supporta con gloriosa convinzione auspichiamo che il caso sarà presto risolto in nostro favore salvo poi ritornare a mietere con successo ciò che preventivamene si è seminato..."

come vedete manca la punteggiatura, bene spargetela come volete, tanto il risultato sarà identico........
Questo è un insieme dei discorsi al riguardo dei due fucilieri di marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, ancora ingiustamente ed indebitamente rapiti in india con il beneplacito dei nostri cari, piccoli, indifesi, ignari e carucci politicini.
Italiani sarebbe il caso, nel totale rispetto delle Leggi di questa Repubblica, iniziare ad incazzarsi davvero, ma davvero davvero...usando la forza della ragione, mai il contrario...ma iniziamo ad incazzarci, non vorrei fosse già tardi...

Nessun commento:

Posta un commento